Dl sostegno, aiuti da 9,5 miliardi ma solo per gennaio e febbraio”, titola stamattina Il Sole 24 Ore. Verso il cdm. Nelle bozze del decreto un fondo perduto per coprire fra il 10 e il 20% delle perdite subite nei primi due mesi 2021 dalle partite Iva fino a 5 milioni di fatturato. Ipotesi nuovo deficit con il Def.

“(…) Si tratta di testi non definitivi, che devono ancora chiudere l’istruttoria tecnica e soprattutto quella politica – si legge sul quotidiano economico -. Un passaggio che si annuncia tutt’altro che semplice. Il cuore del problema è rappresentato proprio dai costi del sostegno all’economia. La bozza ipotizza un meccanismo basato sulle differenze di fatturato fra i primi due mesi di quest’anno e lo stesso periodo del 2019. Alle partite Iva che in questo bimestre abbiano registrato una perdita di almeno il 33% arriverebbe un contributo a fondo perduto, sotto forma di bonifico o di credito d’imposta a scelta dell’interessato (come anticipato sul Sole 24 di giovedì). L’aiuto sarebbe decrescente all’aumentare del fatturato (annuo, calcolato sul 2019): 20% fino a 400mila euro, 15% fino a un milione, 10% fra uno e cinque milioni. In ogni caso il sostegno sarebbe compreso fra un minimo di mille euro (2mila per le società) e 150mila euro. Tutto questo, spiegano i tecnici dell’Economia nella relazione tecnica, costerebbe 9,475 miliardi, cioè qualcosa più di 4,7 miliardi al mese (…)”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here