“Entro fine dicembre cantierizzeremo 130 milioni di euro, fondi Pnrr, su 170 interventi di messa in sicurezza per le scuole di Roma e provincia, seguendo la lista delle criticità più evidenti”. Ad annunciarlo stamane a Il Tempo è il consigliere delegato alle Politiche della Formazione e dell’Edilizia Scolastica di Città Metropolitana di Roma Capitale, Daniele Parrucci, facendo il quadro della situazione su un tema – quello dell’edilizia scolastica – da sempre spinoso per gli istituti della Capitale.

“Due sono i binari di azione”, ufficializza il consigliere delegato dell’ex Provincia di Roma. La prima è la dotazione economica dei fondi Pnrr per il 2022, che ammonta, per l’appunto, a 130 milioni di euro. “Ad oggi siamo già riusciti a far partire i primi 20 cantieri”, rende noto il consigliere. Gli interventi consentiranno di mettere mano alle problematiche più importanti, specialmente a quelle attinenti la staticità degli edifici. Tra le scuole di Roma ricadenti nei 20 progetti per i quali sono già state completate le previste fasi procedurali ci sono il Liceo Aristotele (interventi per 850mila euro per l’adeguamento dell’antincendio), il Vivona (investimento per 950mila euro), l’istituto Hertz con 460mila euro investiti sulla manutenzione straordinaria per risistemare le facciate, l’istituto Carlo Matteucci per 800mila euro di interventi connessi, anche qui, specialmente al restyling delle facciate, il De Sanctis con 500mila euro di interventi per impermeabilizzare i tetti, il Galileo Galilei con 600mila euro impegnati per lavori di restauro delle coperture, il Magarotto (750mila euro per ripristinare infissi, serrande e intonaci esterni).

“Il secondo filone di azione – spiega ancora Parrucci al quotidiano romano – riguarda i circa 3 milioni di euro usciti dal bilancio approvato, per fare un check sui controsoffitti delle scuole che hanno evidenziato problemi. Inoltre, è stato chiuso un accordo con la nostra società di manutenzione ordinaria per l’efficientamento energetico su 50 istituti. Accordo per 6 milioni di euro. E, a settembre, grazie a dei fondi reperiti dalla Regione Lazio pari a circa 10 milioni di euro, si interverrà per la rimozione dell’amianto in oltre 80 istituti”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here