La senatrice Marinella Pacifico (Coraggio Italia) è l’ipotesi che si sta facendo avanti per assicurare il collegio di Latina al centrodestra. Particolarmente impegnata in materia di Esteri, soprattutto in seguito all’aggressione della Russia all’Ucraina, Pacifico non ha mai smesso di attenzionare il territorio, mantenendo una linea coerente, ancorata ai valori liberali.

“Sicuramente è mia intenzione portare avanti un processo di radicamento sul territorio che segua il buon esempio del presidente Luigi Brugnaro, sindaco di Venezia. Il mio impegno a sostegno del territorio, forte della collaborazione tra istituzioni diverse, prosegue nonostante gli inattesi eventi delle ultime settimane”.

Afferma la senatrice Pacifico e sugli accordi tra i partiti frena: “È presto per noi parlare di accordi, il mio partito Coraggio Italia è una realtà nuova in continua crescita, ma a differenza di altri, che si sono scagliati contro le elezioni con toni accesi, noi abbiamo accettato serenamente di andare alle urne. Abbiamo già tutto molto chiaro, il lavoro è già stato avviato con la campagna tesseramenti. I temi, le azioni che intendiamo portare avanti non cambieranno, né tantomeno abbiamo bisogno di reinventarci. La politica del fare, i servizi, i grandi progetti energetici, investire sui giovani e sull’impresa dando spazio e facilitando chi intende investire nel nostro Paese sono senza dubbio le nostre priorità. Inoltre la fitta reti di contatti e conoscenze che sono riuscita a costruire in ambito internazionale, come componente della Commissione Esteri e Segretario del Comitato Schengen in questa legislatura, sono certa possano andare benefico dell’industria e delle aziende latinensi che intendono allargare i propri orizzonti. Poi c’è il tema dell’immigrazione per cui urge una soluzione strutturale e non interventi emergenziali atti a bloccare migliaia di persone in un Paese non sicuro come la Libia”.

Dunque Pacifico mette sul tavolo temi importanti come quello dell’approvvigionamento energetico e il sostegno alle famiglie già in difficoltà. “Poco prima dello scioglimento delle Camere, come coordinatrice al Senato di Coraggio Italia ho lavorato ad una mozione che chiedeva al Governo di impegnarsi a prevedere lo stanziamento di specifiche ulteriori risorse finanziarie volte a ridurre l’imposta sul valore aggiunto per le bollette di energia elettrica di privati e imprese. Ho espressamente chiesto di favorire la transizione pulita delle industrie ad alta intensità energetica, partendo da una verifica delle capacità di impiantistica pubblica e privata per il recupero energetico dei rifiuti urbani e industriali. Questi sono strumenti che potrebbero portare un sollievo già nel breve termine alla nostra provincia. Sono anche idee condivise dal cdx, ma non per questo vuol dire che sono pronta a scendere in campo con chiunque. Le dirigenze dei partiti in queste ore stanno comunicando, certamente se Fratelli d’Italia pensasse a proporsi alle prossime elezioni con una nuova coalizione di partiti di centrodestra moderati come Coraggio Italia potrebbe essere un’idea da non sottovalutare. Giorgia Meloni ha saputo affermarsi come leader capace e coerente, due qualità che sono venute spesso a mancare nella politica recente. Poi bisognerà valutare i programmi e passare in rassegna le rappresentanze sul territorio”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here