“Come rilevano gli studi scientifici, anticipare l’obbligo scolastico alla scuola dell’infanzia produce un effetto benefico enorme per i bambini nel proseguimento della loro carriera scolastica, ma anche per le mamme e le famiglie. Vivremo in un mondo certamente migliore avendo bambini allevati in un modo migliore. La battaglia deve essere per una scuola materna pubblica, gratuita e di qualità per tutti. Per poi passare all’altra grande sfida: quella sugli asili nido, che vanno istituiti e fatti funzionare in tutti i comuni, soprattutto nel Sud che ne è sprovvisto. Occorre investire su quella fascia di popolazione dove la povertà è più dura e cioè quella delle famiglie con figli. L’assegno unico voluto dal Pd con la legge Delrio-Lepri va in questo senso. Una legge che dà ossigeno alle famiglie in difficoltà con figli e che andrà migliorata e potenziata, ma resta oggi un segnale molto forte. Mi dispiace che la legislatura si sia interrotta a un passo dall’approvazione della legge che avrebbe evitato il carcere ai bambini piccoli figli di madri detenute, permettendo il loro trasferimento nelle case famiglia oggi senza risorse, e senza la riforma della sanità che avrebbe dato forza alle cure di prossimità dei territori senza dover più vedere gli ospedali ingolfati. Aver fatto cadere il governo Draghi è stato un grave errore”.

 

Così il pediatra e deputato dem, Paolo Siani, candidato per il centrosinistra nel collegio uninominale circoscrizione Campania 1, intervistato da Radio Immagina.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here