Fa tappa a Rieti il tour della Regione dedicato alle Comunità Energetiche Rinnovabili: “Nel PNRR 2,2 miliardi per le CER nei piccoli comuni. Nel Lazio sono 254 che potrebbero cogliere quest’opportunità”

“Nel PNRR ben 2,2 miliardi di euro sono destinati alla nascita e allo sviluppo delle Comunità Energetiche Rinnovabili (CER) per i comuni al di sotto dei 5mila abitanti. Considerando che nel Lazio ne abbiamo ben 254 su un totale di 378, è facile capire le grandi potenzialità di questo settore per i piccoli comuni e le aree interne della nostra regione, i quali per loro natura hanno la vocazione di essere dei veri e propri laboratori di sostenibilità. Non a caso, infatti, la prima Comunità Energetica Rinnovabile del Lazio è nata a Ventotene, un piccolo centro abitato. Le CER rappresentano quindi un potenziale prezioso per le amministrazioni e le comunità locali, per la tutela dell’ambiente e di quel Capitale Naturale cui sono legate le economie del territorio e le nuove opportunità di sviluppo ecocompatibile, ad esempio in termini di turismo sostenibile, enogastronomico ed escursionistico. Per questo come Regione abbiamo dedicato alle Comunità Energetiche anche una sezione ad hoc nel nuovo bando di idee per la Transizione Ecologica del Lazio rivolto a Comuni e Imprese e a cui è possibile partecipare con un proprio progetto a questo link: http://www.lazioinnova.it/bandi-post/lazio-in-transizione/”. Così Roberta Lombardi, assessora alla Transizione Ecologica e Trasformazione Digitale della Regione Lazio, a margine dell’incontro a Rieti del tour “Comunità Energetiche Rinnovabili ed Enti Locali: un’opportunità per ambiente e territorio”, organizzato dalla Regione in collaborazione con l’Università di Roma La Sapienza, Anci ed Uncem, per spiegare ai sindaci come far nascere una Comunità Energetica Rinnovabile sul proprio territorio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here