Il Sole 24 Ore stamattina titola: “Entrate, inizia l’«era» Maggiore Alla prova su incassi e riassetto”. Agenzie fiscali. Strada in salita per garantire i 16,8 miliardi messi a budget sull’evasione. Per rimotivare quadri e dirigenti selezioni da bandire entro l’anno.

“(…) Per centrare l’obiettivo a fine anno dei 16,8 miliardi un contributo potrà arrivare dalle sanatorie in corso – si legge sul quotidiano economico -. Negli ultimi due anni ci sono state le voluntary disclosure e poi l’edizione «1.0» della rottamazione delle cartelle (con quest’ultima Ruffini ha già garantito entrate extra per 1,3 miliardi), mentre per il 2018 la nuova definizione agevolata dei ruoli dovrebbe garantire alla causa del recupero di evasione una cifra di circa 1,7 miliardi. L’incognita principale però è rappresentata, sia per la rottamazione che per tutti gli incassi da accertamento, dagli annunci di pace fiscale che dovrebbe partire dal 2019 e avere un perimetro molto più ampio delle sole cartelle, arrivando fino alle liti. Per raggiungere i risultati servirà una macchina a pieni giri e tutta da motivare. La riorganizzazione interna prevede l’istituzione delle nuove figure di quadri: 1.483 posizioni organizzative con una selezione (arti- colata in una valutazione dei titoli di studio e delle esperienze professionali nel settore di attività relativo all’incarico e in un colloquio) da completare entro il 31 dicembre (…)”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here