“Entro l’11 aprile contributi all’Inps per 1 milione di colf e badanti”, titola in prima pagina Il Sole 24 Ore. L’approfondimento a pagina 6: “Colf e badanti, entro l’11 aprile un milione di famiglie alla cassa”. Scade tra una settimana il versamento dei contributi del primo trimestre 2022. Con il cedolino di marzo si possono versare ai collaboratori gli aumenti retributivi scattati da gennaio.

Mancano pochi giorni alla scadenza del versamento dei contributi dei lavoratori domestici – colf, badanti e baby sitter – per il primo trimestre 2022, fissata al prossimo 11 aprile – si legge sul quotidiano economico -. E chi non avesse ancora adeguato la paga ai livelli definiti a livello nazionale per il 2022, può farlo con il cedolino di marzo, corrispondendo gli arretrati per gennaio e febbraio scorsi. I datori di lavoro coinvolti (ovviamente quelli in regola) sono 992mila. Il versamento dei contributi va eseguito trimestralmente secondo le seguenti scadenze: dal 1° al 10 aprile per il 1° trimestre; dal 1° al 10 luglio per il secondo trimestre; dal 1° al 10 ottobre per il terzo trimestre e dal 1° al 10 gennaio per i pagamenti relativi al quarto e ultimo trimestre. I pagamenti vanno effettuati entro le scadenze tramite gli avvisi di pagamento PagoPa inviati direttamente dall’Inps o tramite specifiche procedure online. Se l’ultimo giorno disponibile per il versamento cade di domenica o durante una festività, il termine è spostato al primo giorno utile (come in questo caso).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here