L’edizione romana de La Repubblica stamattina titola: “Errato un atto su 10. Il Comune manda i dirigenti a studiare”. Lettera del segretario generale ai responsabili degli uffici: ora i corsi.

A pagina 3: “Errori e sviste in un atto su dieci: “Ora i dirigenti tornino a studiare”. Dossier del segretario generale: affidamenti diretti sospetti, mancate rotazioni dei fornitori e proroghe irregolari. Per i responsabili degli uffici previsti corsi di formazione presso la scuola istituita dal Comune nel 2017.

Il quotidiano snocciola anche un po’ di numeri:

223 gli atti fallati. Il segretariato ha passato al setaccio i provvedimenti protocollati dal Comune nel 2018: il 9,51% dei 2.334 atti controllati presenta criticità subito segnalate ai rispettivi responsabili

86 gli errori nelle gare. Nel mirino sono finiti i bandi e soprattutto gli affidamenti diretti: caos per mancato rispetto della rotazione dei fornitori, per l’artificiosa divisione delle gare in procedure sotto la soglia dei 40 mila euro (affidabili senza bando) e le proroghe irregolari.

8 le segnalazioni alle Autorità. Nel corso del controllo il segretario generale del Comune 5S ha segnalato 8 documenti alle Autorità superiori di controllo, inclusa l’Anac. Altri 69 atti sono finiti alla direzione Anticorruzione del Comune per la mancata pubblicazione sul sito web del Campidoglio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here