“Apprendiamo con soddisfazione la decisione della Regione Lazio di accogliere la proposta di ampliamento del perimetro del Monumento Naturale del Lago Ex Snia. Una scelta che i cittadini attendevano e che come Roma Capitale abbiamo fortemente sostenuto prima portando le nostre osservazioni alla istituzione del vincolo precedente e poi all’interno del tavolo istituito con Roma Natura per le modalità di gestione dell’area”. Così in una nota l’assessore all’Urbanistica Luca Montuori.

“Nelle ultime settimane abbiamo richiesto insieme al Municipio V sopralluoghi e verifiche di tutti gli Enti competenti all’interno dell’area privata per poter verificare cosa stesse succedendo. Abbiamo anche inoltrato al prefetto di Roma una segnalazione per un possibile danno ambientale in relazione alle attività di rimozione della vegetazione e del taglio degli alberi. Azioni avvenute in un’area privata ma vincolata e che probabilmente potevano essere evitate o contrastate se tutta la zona non fosse stata inizialmente esclusa dal perimetro del Monumento Naturale approvato dalla Regione Lazio. Bene che sia stato finalmente ampliato per il bene dell’intera città e di tutti i cittadini e i comitati che da anni si battono per salvaguardare un’area verde in una delle zone più densamente edificate di Roma. Continueremo a fare la nostra parte, collaborando con tutti i soggetti competenti e in rete con le realtà territoriali, per tutelare un bene prezioso, un ecosistema fondamentale divenuto ormai patrimonio comune”, conclude Montuori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here