“Abbiamo votato in modo favorevole il rifinanziamento di Farmacap per risanare finalmente e rilanciare l’azienda sociosanitaria capitolina. Dopo otto anni di commissariamento, è stata compiuta una scelta politica coraggiosa che i sindacati auspicavano da tempo. Ora si può dire di aver preservato un bene comune e restituito un patrimonio alla nostra città. Farmacap gestisce 45 farmacie in quella periferia romana in cui, attraverso gli sportelli sociali, viene garantito un supporto per le fasce della popolazione che abitano in quei territori. Era impensabile che si rinunciasse a servizi di cui la cittadinanza ha un crescente bisogno e, con l’individuazione di una governance capace, l’azienda ha tutte le potenzialità per offrire un presidio qualificato grazie alla professionalità espressa dai suoi dipendenti. Lo spettro della liquidazione, che speriamo aver scongiurato, avrebbe prodotto la perdita di personale che può e deve essere valorizzato a vantaggio del benessere della comunità. Sarà pertanto necessario dotare Farmacap di un contratto di servizio strutturato che, nell’ottica più complessiva di rilancio, preveda il potenziamento delle attività aziendali attraverso l’impiego dei lavoratori attualmente in organico e consenta di incrementare il numero di farmacisti la cui carenza attualmente determina una sofferenza nell’organizzazione del lavoro”.

Cosi in una nota Michela Cicculli e Alessandro Luparelli, consiglieri di Sinistra Civica Ecologista a margine della votazione in Assemblea Capitolina della delibera sul risanamento di Farmacap.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here