“Le attività di prevenzione messe in campo da Ama a tutela dei propri lavoratori e nell’interesse dei cittadini proseguono alacremente anche durante la fase 2 dell’emergenza covid-19”.

Lo dichiara, in una nota stampa, il presidente della Commissione Ambiente di Roma Capitale Daniele Diaco.

“Come ribadito stamane in Commissione Ambiente – spiega l’esponente del Movimento 5 Stelle -, tra le misure messe in campo per ridurre la presenza e gli assembramenti dei lavoratori nei luoghi di lavoro figurano: l’utilizzo di forme di lavoro agile e il ricorso alla flessibilità, con oltre 750 dipendenti in smart working e la contestuale presenza in sede dei responsabili di servizio durante la settimana; gli ingressi scaglionati e un’adeguata ventilazione nei locali spogliatoi e nelle aree comuni; la rimodulazione dei servizi di raccolta e dei turni di lavoro; la pulizia giornaliera e la sanificazione periodica dei locali; la messa a disposizione di idonei dispositivi di protezione individuali, con oltre 400.000 mascherine (chirurgiche, Ffp2 e Ffp3) già distribuite e con una giacenza di mascherine piuttosto importante; la pulizia a inizio e fine turno delle cabine di guida dei mezzi aziendali, con l’ausilio di prodotti igienizzanti forniti dall’azienda; l’apposizione di segnaletiche orizzontali anti-contagio nei locali aziendali.
Per quanto riguarda le attività di sanificazione, Ama svolge 100 servizi e sanifica oltre 9.000 cassonetti al giorno con sostanze igienizzanti e assicura, ancora oggi, i necessari interventi di lavaggio e biodegradazione nei pressi delle strutture sanitarie presenti sul territorio. Altre prassi analoghe sono state adottate, a partire dall’8 marzo 2020, all’interno degli stabilimenti aziendali, mentre sui mezzi leggeri e pesanti sono state svolte, rispettivamente, circa 3.020 e oltre 680 attività di sanificazione. Ama sta inoltre procedendo alla sanificazione periodica delle sedi aziendali e alle necessarie operazioni di igienizzazione delle sedi aperte al pubblico negli orari di chiusura, alla quotidiana sanificazione degli impianti aeraulici asserviti presso le sedi di Rocca Cencia, Ponte Malnome e Tor Pagnotta e delle docce aziendali presenti nelle zone indicate nell’ods 85/2020.
Per quanto riguarda i cimiteri capitolini, a partire dal 4 maggio è possibile far visita ai defunti sempre nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro e del divieto di assembramento.
Sempre in data 4 maggio 2020 sono stati aperti, con orario mattutino, i Centri di Raccolta Ama riservati ai rifiuti ingombranti, elettrici, elettronici e speciali di via della Bufalotta, viale Palmiro Togliatti, via Laurentina, via di Macchia Saponara e via Arturo Marini, in linea con quanto previsto dal DPCM del 26 aprile 2020″, conclude Daniele Diaco.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here