“Fine giugno, 29 miliardi di tasse”, titola stamattina Il Sole 24 Ore in prima pagina. Bollino rosso con il fisco. Irpef, Ires e cedolare affitti confermate per il 30 valgono 11,7 miliardi di saldo e 17,2 di acconto. Sovraccarico sui professionisti tra calcoli, bilanci e Isa.

A pagina 4: “Ires, Irpef e cedolare di fine giugno: senza proroga un conto da 29 miliardi”. Da valutare l’impatto del calcolo con il metodo previsionale e dei crediti compensati. Rischio ingorgo anche per i professionisti tra dichiarazione Iva, bilanci e software Isa.

Il quotidiano economico sottolinea le date chiave:

30 giugno – Saldo e primo acconto in agenda –  È la data per l’autoliquidazione Irpef, Ires e delle altre imposte dirette. L’anno scorso fu rinviata a fine settembre, anche alla luce del ritardo nel rilascio del software Isa

16 settembre – Alla cassa per le tasse sospese – È la data alla quale il decreto Rilancio sposta il pagamento dei tributi sospesi per le mensilità di marzo, aprile e maggio (ritenute Irpef e altre imposte congelate dai Dl cura Italia e Liquidità)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here