“Fisco, prescrizione più lunga per rallentare cartelle e avvisi”, titola Il Sole 24 Ore in edicola stamattina. Per fermare il diluvio di 50 milioni fra cartelle e avvisi che rischia di scatenarsi con la ripresa della riscossione il governo potrebbe mettere mano a un allungamento dei termini di prescrizione, per dar tempo all’amministrazione finanziaria di diluire gli invii – si legge sul quotidiano economico -. L’ipotesi è sul tavolo del Mef, nei lavori sul nuovo decreto ristori che dovrebbero entrare nel vivo a partire da oggi, e potrebbe accompagnare una nuova rottamazione o il saldo e stralcio che sono stati rilanciati nei giorni scorsi dalla viceministra all’Economia Laura Castelli, ma che presuppongono appunto l’invio delle cartelle.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here