Un prestito d’onore, come nei sistemi anglosassoni, per finanziare gli studenti più meritevoli e favorirne l’accesso ai migliori istituti internazionali. Questo è uno degli obiettivi di *Bhive Foundation*, una fondazione attiva a livello internazionale, che in oltre vent’anni, ha contribuito alla formazione sociale e professionale di quasi 450 studenti di 15 Paesi.

 

“Puntiamo sulle nuove generazioni, perché sono loro il nostro futuro, forniamo ai ragazzi particolarmente meritevoli un credito d’onore per poter completare gli studi e soprattutto, attraverso dei testimonial, indichiamo loro un modello di vita da seguire per raggiungere il successo”, spiega Stefano Vaccarono, fondatore e membro del consiglio di amministrazione di Bhive.

 

Bhive si muove tramite accordi con le migliori università del mondo e con prestigiose scuole professionali di chef e pasticceria. “Sono le università che ci sottopongono i profili dei giovani promettenti – continua Vaccarono – che, per contingenze familiari, non hanno più la possibilità di mantenersi agli studi. Li selezioniamo dopo un colloquio e, se li reputiamo in linea alla nostra mission, gli proponiamo un prestito d’onore.”

 

Investire sui ragazzi, formandoli finché, quando entreranno nel mondo del lavoro e guadagneranno i primi soldi e potranno sdebitarsi restituendo ciò che è stato investito su di loro. “È una modalità che non va a pesare sulla dignità, perché sanno che un domani i soldi che restituiranno serviranno a contribuire al successo di un’altra persona. Come loro stessi hanno avuto la fortuna di avere qualcuno che ha creduto nelle potenzialità, in futuro si sentiranno protagonisti della felicità di un altro ragazzo” conclude Vaccarono.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here