Con oltre 100mila chili di capperi stranieri importati in Italia nel solo primo semestre dell’anno è importante vigilare per combattere l’inganno delle importazioni spacciate come Made in Italy.

E’ quanto afferma la Coldiretti in riferimento all’operazione dei carabinieri del Nas di Catania che hanno sequestrato oltre 13mila chili di capperi privi di tracciabilità, nell’ambito di controlli nelle Eolie per individuare eventuali frodi agroalimentari di prodotti tutelati a marchio Dop dai vigenti regolamenti comunitari. Un patrimonio da tutelare con la Sicilia che – sottolinea la Coldiretti – può vantare la tutela oltre a cappero delle Isole Eolie Dop anche di quello di Pantelleria Igp. Si tratta di produzioni uniche e distintive inserite in un contesto ambientale, territoriale e climatico unico che –conclude la Coldiretti – conferisce caratteristiche inimitabili che sono una componente alla base di patti tradizionale della dieta mediterranea.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here