“O la Società Autostrade, una volta individuati i responsabili del crollo del Ponte Morandi e sostituiti, presenta un piano industriale dove dimostrano che, con i soldi dei pedaggi e delle altre entrate,  fanno un recupero del tempo perduto sulle manutenzioni, oppure, per manifesta inadempienza gli si toglie la concessione”. Così Dario Galli, ex viceministro dello Sviluppo Economico ed esponente della Lega a 24 Mattino di Simone Spetia e Maria Latella su Radio 24. Galli precisa. Noi della Lega non stiamo né con i Benetton né contro i Benetton, chi gestisce le autostrade si porta a casa il monopolio di quel settore economico; in cambio di quello ci deve essere un’assoluta trasparenza di comportamento ma soprattutto un’adeguata indicazione di come quei soldi prelevati dai cittadini vengono reinvestiti, con una parte di guadagno che deve essere quella giusta. Non si può avere il 50% di guadagno”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here