Sempre più surreale il contrasto tra la narrazione auto celebrativa dell’assessore D’Amato sulla presunta efficienza della Sanità del Lazio e le condizioni effettive in cui versa. Ancora meno credibili sono i proclami sulle costruende strutture dette Case di Comunità, visto il fallimento delle Case della Salute.  Non incanta più nessuno il ritornello sul processo di risanamento economico, i cui effetti devastanti sono confermati ogni giorno dal quadro drammatico che emerge dalle molteplici proteste dei cittadini bisognosi di cure  e assistenza. Sui Social denunciano disservizi e disagi, lamentano ripetuti rimandi da un nosocomio all’altro. Ci sono poi i resoconti dei giornali e gli allarmi delle sigle sindacali. Attese infinite per una visita specialistica o per un esame clinico, barelle accatastate per giorni nei Pronto Soccorso, carenza di letti e di personale medico ed infermieristico nei reparti, soccorsi tardivi perché il 118 scarseggia di mezzi ed operatori, blocchi alla piattaforma informatica per le prenotazioni e malfunzionamento della nuova applicazione”.

Così in un comunicato Fabrizio Ghera capogruppo di Fdi alla Regione Lazio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here