La Giunta capitolina ha approvato il Piano Triennale per la Prevenzione della Corruzione e per la Trasparenza relativo agli anni 2022-2023-2024. Secondo quanto stabilito dal quadro normativo nazionale e dalle linee guida dell’Anac (Autorità Nazionale Anticorruzione), tutte le Amministrazioni adottano ogni anno misure atte a valutare il livello di esposizione degli uffici al rischio di corruzione, predisponendo gli interventi di prevenzione e le procedure dirette a formare i dipendenti dei settori più esposti.

Obiettivo finale quello di un continuo miglioramento nel processo di gestione del rischio e di massimo coinvolgimento di tutti i soggetti interessati, puntando ad affermare i principi della “buona amministrazione” e a favorire una cultura della legalità e dell’integrità all’interno dell’Ente.

Quest’anno l’aggiornamento dal piano, che ha anche accolto i suggerimenti del nuovo Consulente per la legalità, la trasparenza, la prevenzione della corruzione e il contrasto all’evasione, il Dott. Francesco Greco, ha visto il proseguimento di una revisione strutturale, andando a razionalizzare istituti e relativi adempimenti; a partire dalle modalità operative per l’applicazione della misura della rotazione ordinaria, approfondendo la disciplina in materia di conflitti di interessi, razionalizzando le misure e i monitoraggi di procedure e tempistiche, concentrandosi anche sulle verifiche legate al Pnrr. Il Piano è un documento dinamico sul quale saranno possibili ulteriori aggiornamenti.

Si tratta di un documento importante per Roma – ha spiegato il Dott. Francesco Greco – che conferma l’attenzione dell’Ente rispetto al tema della legalità e alla correttezza delle procedure. Monitoraggi e verifiche dovranno tener conto della nuova realtà rappresentata dal Pnrr che, essendo uno strumento in piena evoluzione, sarà oggetto di particolare attenzione, capace di stimolare il confronto su ogni ulteriore possibilità di aggiornamento del Piano”.

Inoltre, il documento tiene in considerazione l’evoluzione delle azioni e degli obiettivi strategici dell’Amministrazione capitolina, contenute nelle stesse linee programmatiche 2021-2026 illustrate dal Sindaco Gualtieri all’Assemblea capitolina. Tra gli indirizzi prioritari, quelli legati alla Sicurezza e alla Lotta alla Criminalità e quelli previsti dal Dup (Documento Unico di Programmazione 2022-2024): dal contrasto a evasione ed elusione fiscale, passando per trasparenza e semplificazione dei processi amministrativi, efficientamento e razionalizzazione di controlli e monitoraggi negli organismi partecipati, contrasto all’abusivismo commerciale ed edilizio, fino alla gestione del patrimonio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here