• “Io francamente non credo che Renzi abbia agito da solo in questa crisi, ma questo lo scopriremo presto”. Lo dice il senatore del gruppo Misto (Italexit) ed ex M5s, Gianluigi Paragone, in un’intervista a iNews24.it.  “Lui ha fatto da ariete, ma ad agitarlo contro il portone c’erano altre persone. Detto ciò, qualora Renzi dovesse tornare in maggioranza e Conte invece fosse costretto ad abbandonare il suo ruolo, credo che allora l’operazione risulterebbe abbastanza evidente” continua Paragone. E sul Presidente della Repubblica, sentenzia: “Vorrei un Capo dello Stato un po’ più presente nel far rispettare le prerogative parlamentari. Abbiamo progressivamente assistito durante la pandemia ad uno svotamento della centralità del parlamento e questo non è ammissibile. Oggi dobbiamo addirittura sopportare la richiesta a sostegno del governo, di formare dei gruppi parlamentari che non hanno alcuna identità politica, se non la comunanza ad una logica di spartizione. Ecco in realtà mi farebbe piacere un Capo dello Stato un po’ più garante della Repubblica parlamentare”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here