Di storie d’amore messe a dura prova dalla pandemia e di donne forti che tengono le redini della propria vita nonostante situazioni personali, sociali e professionali complesse si parlerà venerdì 10 giugno alle ore 19 a Roma, alla Casa internazionale delle donne (via della Lungara 19), alla presentazione del libro della giornalista e scrittrice Alice Avila, “Amori in quarantena” (Schena editore). Dialogheranno con lei la professoressa di Television Studies alla Sapienza Università di Roma Mihaela Gavrila e la giornalista di Radio1 Rai Sonia Filippazzi.

Un appuntamento del festival “Feminism”, che quest’anno ospita scrittrici e giornaliste come Rossana Campo, Giulia Caminito, Fiamma Satta, Caterina Venturini, Giuliana Sgrena e Marianna Aprile (per il programma completo: https://www.feminismfieraeditoriadelledonne.it/wp-content/uploads/2022/06/Feminism_Programma-5.pdf).

“Il tratto più interessante del testo – ha osservato nella recensione su “Amori in quarantena” il prof. Mario Morcellini, già preside della Facoltà di Scienze della comunicazione alla Sapienza di Roma – è la dialettica sempre garbata tra riferimenti biografici e scena pubblica, con una notevole capacità di non nascondere la forza dei sentimenti e la potenza dell’amore, senza dimenticare che esso vive in un contesto che lo condiziona (la pandemia) ma può farlo diventare più forte. Ed è così che un sentimento esce dalla privatizzazione e diventa storia vivente”.

“I racconti di Alice Avila sembrano voler certificare la difficoltà dei nostri tempi – ha scritto nella sua recensione il sociologo della comunicazione Francesco Pira. L’autrice scrive di amori che sbocciano, relazioni messe a dura prova, rapporti in fase di svolta. Le diverse tipologie di relazioni che molti di noi hanno vissuto, insomma. Di coppie il virus ne ha messo in difficoltà tantissime”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here