Il Comitato Esecutivo dell’Università, composto dal Presidente dell’Ateneo Vincenzo Boccia, dalla Vicepresidente Paola Severino, dal Rettore Andrea Prencipe, dal Direttore Generale Giovanni Lo Storto e dal Consigliere Giovanni Brugnoli, su proposta del Presidente Associazione Laureati, Andrea Battista, ha nominato il Membro del Comitato Esecutivo della BCE Fabio Panetta, già Direttore Generale della Banca d’ItaliaAlumnus Luiss 2019. Il riconoscimento, che la vasta comunità dei laureati Luiss nel mondo – che conta oggi oltre 40 mila professionisti divisi nei cinque continenti – conferisce dal 2015 a un alumnus o una alumna che si sia particolarmente distinto, sarà assegnato nel prossimo febbraio dal Presidente ALL Andrea Battista in occasione della ormai tradizionale Cerimonia di Premiazione, che vedrà presenti in Luiss, oltre a tutti i Vertici d’Ateneo, numerosi ospiti e rappresentanti delle Istituzioni.

“Il Comitato Esecutivo ha deciso di premiare come Alumnus dell’anno Fabio Panetta che si è affermato in ruoli di primissimo piano a livello nazionale e internazionale rappresentando per la Luiss e per l’intero Paese motivo di grande orgoglio. Panetta è il perfetto testimone di un’Italia che eccelle nel mondo attraverso l’impegno e la competenza accettando responsabilità che mette al servizio dell’interesse comune in un quadro di valori che fanno onore alla nostra Universitá” ha dichiarato il Presidente della Luiss Vincenzo Boccia.

Il Presidente ALL Andrea Battista, nel congratularsi a nome di tutta la comunità dei laureati Luiss con l’Alumnus 2019, ha aggiuntoFabio Panetta è un ulteriore esempio di come il nostro Ateneo contribuisca in modo articolato e possa sempre più contribuire alla formazione e alla crescita della classe dirigente del nostro Paese ai massimi livelli nazionali e internazionali, tanto nel settore privato quanto nel servizio pubblico”.

Laureato con lode in Economia alla Libera Università Internazionale degli Studi Sociali nel 1982 con una tesi in Matematica finanziaria, Panetta ha proseguito i suoi studi conseguendo il Master of Science in Economics alla LSE e il Ph.D. in Economics and Finance presso la London Business School. Dal 2003 a gennaio 2019, è stato membro del Committee on the Global Financial System, dal 2016 al 2018, del Consiglio di Amministrazione della Banca dei Regolamenti Internazionali, e tra i componenti del Consiglio di vigilanza del Meccanismo di vigilanza unico presso la Banca Centrale Europea dal 2014 al luglio 2019. Attualmente è membro del Consiglio di amministrazione della Fondazione del Centro Internazionale di Studi Monetari e Bancari (ICMB) di Ginevra, del Consiglio direttivo dell’Einaudi Institute for Economics and Finance (EIEF), e della Società Italiana degli Economisti, dell’American Finance Association e dell’American Economic Association. Dal maggio 2019, è Direttore Generale della Banca d’Italia e Presidente dell’Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni (IVASS). Da gennaio 2020 è Membro del Comitato Esecutivo della Banca Centrale Europea.

“Sono onorato di ricevere questo premio. La mia Università, ieri come oggi, ha un ruolo cruciale nella formazione di manager, professionisti e dirigenti pubblici che si riconoscono in valori comuni centrati sullo sviluppo sociale ed economico. Costruire un futuro migliore, fieri anche del proprio percorso di studi: questo deve continuare a essere il compito degli Alumni Luiss” ha commentato Fabio Panetta.

I premiati delle precedenti edizioni sono stati: Riccardo Zacconi nel 2018, Marco Morelli nel 2017, Luca Maestri nel 2016 e Carlo Messina nel 2015.

L’Associazione Laureati Luiss, nata oltre trent’anni fa e sviluppatasi in Italia, a Roma e Milano, è oggi presente nel mondo con i suoi Chapters internazionali dislocati tra Bruxelles, Dublino, Londra, New York, Parigi, Tel Aviv e Shanghai. L’Associazione si pone come punto di riferimento nel momento di ingresso del laureato nel mondo del lavoro, per lo sviluppo professionale e di un network qualificato consentendo agli ex studenti dell’Ateneo di coltivare il senso di appartenenza, sviluppare idee, valori e conoscenze grazie ad un network che conta oltre 40mila ex studenti presenti nei cinque continenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here