I consiglieri regionale del M5S chiedono con interrogazione a risposta immediata “se la Giunta abbia intenzione di dare seguito a quanto previsto dall’art. 77 del decreto agosto riaprendo i termini per la presentazione delle domande ai fini delle moratoria delle rate degli strumenti finanziari emessi dalla Regione Lazio”.

Ecco il testo:

“Visto la deliberazione della Giunta regionale 24 marzo 2020, n. 124, avente oggetto “moratoria regionale straordinaria 2020”, in considerazione dell’emergenza sanitaria da COVID-19, riconoscendo la possibilità di sospendere od allungare i piani di ammortamento relativi a strumenti finanziari attivati dalla stessa Regione;

la Delibera n. 199 del 21/04/2020 avente oggetto “Modifica ed integrazione della D.G.R. 124/2020 recante “Moratoria regionale straordinaria 2020 per gli strumenti di agevolazione creditizia attivati dalla Regione Lazio. Sospensione di tutti i termini relativi ai procedimenti per la concessione di sovvenzioni regionali” dove si definisco le modalità di applicazione della stessa moratoria e la data di scadenza per la presentazione delle domande al 23 maggio 2020;

la Delibera n. 355 del 16/06/2020 avente oggetto “Modifica della D.G.R. n. 124/2020, recante “Moratoria regionale straordinaria 2020 per gli strumenti di agevolazione creditizia attivati dalla Regione Lazio. Sospensione di tutti i termini relativi ai procedimenti per la concessione di sovvenzioni regionali”, come modificata ed integrata dalla D.G.R. 199/2020. Rimessione nei termini.” La stessa delibera stabilisce i termini per la presentazione delle domande al 30 giugno 2020;

L’art. 77, comma 2, del Decreto Agosto (decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104 convertito in legge 13 ottobre 2020, n. 126) secondo cui ” Per le imprese del comparto turistico, come individuate dall’articolo 61, comma 2, lettere a), l), m) e r), del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, la moratoria straordinaria prevista all’articolo 56, comma 2, lettera c), del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, per la parte concernente il pagamento delle rate dei mutui in scadenza prima del 30 settembre 2020, e’ prorogata sino al 31 marzo 2021. Per le finalita’ di cui al presente comma la dotazione della sezione speciale del Fondo di garanzia PMI di cui all’articolo 56, comma 6, del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, e’ incrementata di 8,4 milioni di euro per l’anno 2021″;

Considerato che la crisi generata dalla pandemia da Coronavirus ha acuito le difficoltà di tante imprese in questa seconda ondata autunnale. Infatti se al lockdown generalizzato della primavera è potuto fare seguito, nei mesi estivi, un recupero piuttosto diffuso dei livelli di attività (con l’eccezione dei settori più strettamente legati alle attività ricreative e turistiche), l’autunno, con il riaccendersi dei contagi, ha portato a un nuovo raffreddamento, trasversale ai settori; molte imprese non hanno presentato domanda nelle scadenza previste dalla Regione Lazio con le delibere n. 199 e n. 355;

SI INTERROGANO il Presidente della Regione Lazio, On. Nicola Zingaretti, e l’Assessore allo sviluppo economico, commercio ed artigianato, ricerca, start-up ed innovazione, On. Paolo Orneli, per sapere: se la Giunta abbia intenzione di dare seguito a quanto previsto dall’art. 77 del decreto agosto riaprendo i termini per la presentazione delle domande ai fini delle moratoria delle rate degli strumenti finanziari emessi dalla Regione Lazio così come previsto nelle deliberazioni n. 124, n. 199 e n. 355 del 2020.

I consiglieri regionali Silvia Blasi, Valentina Corrado, Valerio Novelli, Gaia Pernarella, Devid Porrello, Roberta Lombardi, Francesca De Vito.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here