“In merito alle polemiche sollevate da due consiglieri regionali d’opposizione sulla richiesta integrativa di documentazione alle imprese che hanno partecipato ad alcuni bandi dell’assessorato al Lavoro, si chiarisce che gli uffici hanno proceduto alla mera richiesta dell’iban per procedere prontamente ai pagamenti. Questo rende possibile lo sblocco delle risorse non appena la documentazione sarà completata.
Le polemiche, oltre che immotivate, sorprendono per la tempistica. In questo momento di difficoltà dovuta all’emergenza sanitaria, il sostegno alle imprese è quanto mai necessario e utile e che permette di aiutare, al contempo, i lavoratori e la tenuta del tessuto produttivo. L’ impegno degli uffici della direzione Lavoro e Formazione a partire dal suo direttore così come degli altri uffici regionali, in questi giorni, va proprio nella direzione della responsabilità e della vicinanza alle necessità delle attività produttive e dei cittadini. Dall’opposizione ci si aspetta, in momenti come questi, una collaborazione fattiva per soluzioni concrete e positive e utili al rilancio economico e sociale del nostro territorio. La ricerca di visibilità a tutti i costi, in questi giorni, è quanto mai fuori luogo”.

Così in una nota l’assessorato al Lavoro e Nuovi diritti della Regione Lazio.