“Al termine di una lunga giornata di mobilitazione, con la sala del CdA INPS presidiata da questa mattina dai delegati nazionali della USB, è arrivata la convocazione del tavolo sindacale nazionale per il 4 dicembre, con all’ordine del giorno l’apertura della contrattazione integrativa 2020”. Lo comunica in una nota USB Pubblico Impiego INPS.

“A quel tavolo la USB porterà le proprie proposte che sono state al centro della protesta odierna: indennità di mansionismo per tutto il personale delle Aree A e B; progressioni economiche interne alle aree per 1.479 lavoratori mansionisti; riconoscimento del trattamento economico di professionalità (TEP) per gli assunti nel 2019.

USB porterà al tavolo sindacale anche la richiesta del ripristino del buono pasto in lavoro agile legato all’attuale emergenza epidemiologica, perché le lavoratrici e i lavoratori dell’INPS non siano penalizzati se costretti a lavorare da remoto per motivi di sicurezza legati alla diffusione del virus SARS-Cov-2.

C’è voluta la decisa protesta della USB per sbloccare una trattativa che a fine 2020 ancora non era stata neanche avviata, mentre le lavoratrici e i lavoratori si sono impegnati in questi lunghi mesi di emergenza epidemiologica per assicurare le prestazioni ai cittadini utenti”, conclude l’USB Pubblico Impiego INPS.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here