“Insegnanti, 100 euro di aumento mensile. Ok a 40mila precari”. Questa l’apertura odierna de Il Sole 24 Ore. Per il contratto 2019-2021 dote di 2 miliardi. Sospeso lo sciopero del 17 maggio. Impegno a salvaguardare “l’unità e l’identità culturale del sistema nazionale”.

A pagina 4: “Scuola, obiettivo 100 euro di aumento”. Il nuovo contratto. Si punta al rinnovo 2019-21 con un recupero dell’inflazione del 4,1%. Due miliardi il costo, uno già disponibile. Tripla tutela. Corsia preferenziale per 40mila precari con tre anni di servizio: quote riservate, super punteggi, niente preselezione.

Una dote di circa due miliardi di euro (di cui uno già stanziato). Con l’obiettivo di garantire agli insegnanti italiani, con il nuovo contratto 2019-2021, aumenti stipendiali «a tre cifre», come auspicato dal ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti, vale a dire di almeno 100 euro mensili. È questa – si legge sul quotidiano economico – la traduzione economica, secondo i primissimi calcoli, dell’intesa politica siglata ieri all’alba, a palazzo Chigi, da governo e sindacati, dopo una non-stop notturna durata sei ore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here