“Fanno tremare i polsi i dati pubblicati oggi dall’Istat circa l’indice nazionale dei prezzi al consumo, che registra un aumento dell’8,4% su base annua.  L’impennata del costo dell’energia elettrica ha evidentemente contribuito a questa accelerazione dei prezzi dei beni energetici che, insieme all’aumento delle materie prime di generi alimentari, ha prodotto una spinta inflattiva così elevata. Un combinato disposto che vede l’inflazione toccare il record massimo dal 1985. È necessario quindi mitigare questo trend negativo, che rischia di avere effetti diretti sui consumi delle famiglie e strozzare milioni di imprese italiane che potrebbero ritrovarsi a chiudere – o a fermare la produzione – e a licenziare”. È quanto dichiara in una nota Monica Picca, candidata per la Lega nel collegio Lazio 1 Camera dei Deputati per le elezioni politiche 2022.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here