L’Associazione Culturale Itinera ha comunicato il programma delle attività culturali per il mese di ottobre. Di seguito il calendario degli appuntamenti.

Tutte le visite sono a prenotazione obbligatoria su info@itinera.biz

www.itinera.biz per il programma completo (visite, viaggi culturali, gite)

 

OTTOBRE

 

Sabato 3, ore 10.30 (Dott. B. Mazzotta)
LA CARTIERA LATINA. La sede dell’Ente Parco Appia Antica, è tra i pochi impianti industriali sopravvissuti nella città di Roma; struttura unica nel suo genere ed eccezionale per la posizione strategica a metà strada tra Porta S. Sebastiano e la chiesa del Domine Quo Vadis. È stato uno dei più grandi stabilimenti di produzione di carta del Centro Sud, chiusa nel 1985.
App. in via Appia Antica 42. Contributo € 7,50.

 

Domenica 4, ore 10.15
Le Grandi Mostre: IL CENTENARIO – ALBERTO SORDI 1920-2020. Nella villa dell’Albertone nazionale, progettata negli anni trenta del 900 da C. Busiri Vici, una particolare mostra racconta sia il personaggio pubblico che gli aspetti privati e meno conosciuti dell’uomo. Un’esposizione che si snoda tra i vari ambienti della casa e del giardino per illustrare la carriera e la vita dell’attore attraverso documenti, oggetti, abiti, fotografie e curiosità.
App. in piazzale Numa Pompilio, angolo via Druso. Ingresso + diritti prenotazione + visita € 23,00.
prenotazione con saldo entro il 23 settembre

 

Domenica 4, ore 10.30 (Dott. G. Marone)
TOR FISCALE E IL CAMPO BARBARICO. Lungo il tracciato dell’antica via Latina dove si incrociano, accavallandosi, gli acquedotti Marcio e Claudio il re dei goti Vitige pose l’accampamento prima del sacco di Roma. Nello stesso punto nel XIII secolo a controllo dell’accesso alla città venne costruita sui ruderi degli acquedotti la torre che oggi da il nome alla zona.
App. via Appia nuova, angolo via Torre del Fiscale. Bus 663 da largo Colli Albani. Contributo € 7,50.

 

Domenica 4, ore 16.30 (Dott. B. Mazzotta)
I TEATRI DELLA ROMA ANTICA. Passeggiata archeologica alla scoperta di storia, architettura e aneddoti dei teatri che hanno allietato lo svago dei cittadini della Roma di età repubblicana e imperiale. Il Teatro di Marcello voluto da Cesare e realizzato da Augusto, che lo dedicò al suo successore designato ma morto prematuramente; il Teatro di Balbo costruito da Lucio Cornelio Balbo banchiere e amico di Augusto; il Teatro di Pompeo, il primo a essere costruito in muratura dal celebre avversario di Cesare.
App. in via del Teatro di Marcello, angolo via Montanara. Contributo € 7,50.

 

Sabato 10, ore 10.30 (Arch. M. Eichberg)

IL PIGNETO. Passeggiata alla scoperta del quartiere sorto come città giardino nei primi decenni del 1900, dove villini e palazzine delle cooperative si alternano ad antichi monumenti romani e a grandi edifici produttivi. Recenti lavori di riqualificazione hanno dato all’area un aspetto insolito e particolarmente ricercato. I luoghi di Pasolini e gli scorci ripresi da molti registi cinematografici.

App. in piazzale Prenestino, angolo via Macerata. Contributo € 7,50.


UNA DOMENICA A

Sabato 10, ore 16.30 (Dott.ssa L. Falconi)
LE STANZE DI S. IGNAZIO. La chiesa del Santissimo nome di Gesù conserva la preziosa testimonianza delle stanze dove S. Ignazio di Loyola visse e morì. Visiteremo il magnifico complesso costituito da più ambienti affrescati con le Storie della vita di S. Ignazio che furono magistralmente realizzate dal Borgognone e da un giovane Andrea Pozzo, incaricato di correggere il “fuori squadro” ricorrendo a soluzioni illusionistiche attraverso la realizzazione di una finta inquadratura architettonica.
App. in piazza del Gesù 45. Contributo € 7,50 + offerta € 2,50.

 

Domenica 11 (Dott. B. Mazzotta)
LE TERME TAURINE E CIVITAVECCHIA. Il poco noto complesso delle Terme Taurine, con una parte costruita in età repubblicana e un’altra grandiosa degli inizi del II secolo d.C. A Civitavecchia visiteremo il Museo Archeologico, allestito nella sede monumentale della ex dogana pontificia, voluta nel ‘700 da Clemente XIII; il Forte Michelangelo iniziato nel 1508 sotto la direzione di Antonio da Sangallo il Giovane; in via eccezionale ammireremo un affresco, copia identica della “stanza di Eliodoro” il celebre affresco di Raffaello nei Musei Vaticani, ritrovato negli anni 70 del Novecento in un’abitazione privata,  forse una bozza per papa Giulio II che a Civitavecchia era di casa.
App. ore 8.00 in piazzale Appio, angolo via Magna Grecia (accanto Magazzini Coin). Rientro alle ore 19 circa. Contributo € 45,00 (bus GT + visite) + ingressi € 10,00.
prenotazione entro giovedi 8

 

Domenica 11, ore 16.30 (Dott.ssa E. Zappacosta)
MARIA IN CAMPO MARZIO. L’imponente chiesa realizzata da G. della Porta, C. Maderno e F. Paparelli, fu trasformata alla fine del Seicento da G.A. de Rossi e decorata da L. Garzi, L. Baldi e P. Marini. Le numerose cappelle sono tutte riccamente decorate. La chiesa, appartenuta a uno dei più importanti e antichi conventi femminili di Roma, è oggi officiata con il rito antiocheno.
App. in piazza Campo Marzio 45, davanti alla chiesa. Contributo € 7,50 + offerta € 1,50.

 

Sabato 17, ore 10.30 (Arch. M. Eichberg)
PONTE MILVIO E DINTORNI. La piazza della movida romana, con la chiesa novecentesca Gran Madre di Dio, del visionario Brasini, come il non distante “castellaccio” sua ricca dimora. A pochi passi la neoclassica “vigna dei cardinali”. Al di là del ponte è la chiesetta di S. Andrea, con il tempietto rinascimentale che ricorda l’arrivo della celebre reliquia della testa dell’apostolo.
App. in piazzale di Ponte Milvio, angolo via Flaminia. Contributo € 7,50.

 

Sabato 17, ore 16.30 (Dott. G. Marone)
IL PORTICO D’OTTAVIA E IL GHETTO. Passeggiata archeologica attraverso uno storico rione dove età romana, medievale e moderna si sovrappongono in uno scenario pittoresco di monumenti trasformati dal continuo “riuso urbanistico”. Il Portico d’Ottavia, la diaconia di S. Angelo in Pescheria, le case medievali del XIII-XIV secolo, la Sinagoga.
App. Lungotevere de’ Cenci, angolo via del Portico d’Ottavia. Contributo € 7,50.

 

Domenica 18, ore 09.45 (Dott.ssa E. Scalia)
IVO ALLA SAPIENZA. Occasione eccezionale di visitare, nella sede dell’antica Università Romana, una delle più geniali e sorprendenti realizzazioni di Francesco Borromini per novità di concezione e di ornamentazione. Le novità architettoniche della cupola, terminante con un’originale lanterna, e della pianta esagonale dell’edificio.
App. in corso Rinascimento 40. Contributo € 7,50 + offerta € 1,50.

Domenica 18, ore 16.00 (Dott.ssa G. Squilloni)
IL GENIO DI BERNINI A S. BIBIANA. Urbano VIII Barberini incaricò Bernini di ricostruire la chiesina del IV secolo, voluta dalla martire romana Olimpina, e gli affidò la realizzazione di una statua dedicata alla Santa. Bernini trasformò la basilica paleocristiana in forme barocche. All’interno le storie della vita della Santa affrescate da Ciampelli e Pietro da Cortona, quest’ultimo autore anche della pala d’altare.
App. in via Giolitti, angolo via S. Bibiana. Contributo € 7,50 + offerta € 1,50.

 

Sabato 24, ore 16.45
Le Grandi Mostre: IL CENTENARIO – ALBERTO SORDI 1920-2020. Nella villa dell’Albertone nazionale, progettata negli anni trenta del 900 da C. Busiri Vici, una particolare mostra racconta sia il personaggio pubblico che gli aspetti privati e meno conosciuti dell’uomo. Un’esposizione che si snoda tra i vari ambienti della casa e del giardino per illustrare la carriera e la vita dell’attore attraverso documenti, oggetti, abiti, fotografie e curiosità.
App. in piazzale Numa Pompilio, angolo via Druso. Ingresso + diritti prenotazione + visita € 23,00.
prenotazione con saldo entro il 2 ottobre

 

Domenica 25, ore 10.30 (Dott. B. Mazzotta)
FORO BOARIO E FORO OLITORIO. I luoghi che hanno portato alla fondazione di Roma: passeggiata archeologica in uno spazio ricco di storia. Dalle antiche tracce della cultura greca ed etrusca alle evidenti presenze della Roma repubblicana ed imperiale (Teatro di Marcello, Templi presso S. Nicola in Carcere, Area Sacra di S. Omobono, Tempio di Portunus, di Ercole Olivarius, Arco di Giano, etc.).
App. in via del Teatro Marcello, angolo via Montanara. Contributo € 7,50.

 

Domenica 25, ore 16.30 (Dott.ssa E. Scalia)
LE CUPOLE DI ROMA: UN VISITA COL NASO ALL’INSÙ. Dalla cupola di Martino Longhi (S. Maria In Vallicella), ai capolavori borrominiani densi di significati simbolici (Sant’Agnese in Agone e Sant’Ivo alla Sapienza), alle cupole di Corso Vittorio Emanuele (Sant’Andrea della Valle e Chiesa del Gesù), all’unica e inimitabile cupola del Pantheon, per concludere con la finta cupola di Andrea Pozzo (Chiesa Sant’Ignazio da Loyola).
App. in piazza della Chiesa Nuova, angolo via della Chiesa Nuova. Contributo € 7,50.

 

Sabato 31, ore 16.00 (Dott. G. Marone)
LE MURA SERVIANE A TERMINI. Nella piazza della stazione ferroviaria è visibile uno dei tratti meglio conservati delle mura della Roma repubblicana. Nei corridoi sotterranei si conservano i resti dell’aggere, una collinetta artificiale creata per una maggiore difesa delle mura e un fossato antistante.
App. in via Marsala, angolo via Solferino. Contributo € 7,50.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here