“Iva soft per chi vende beni usati: si applica solo sulla propria provvigione”. Lo scrive stamattina Italia Oggi.

L’impresa che vende beni usati in nome e per conto di privati effettua operazioni fuori campo Iva, per le quali non ha neppure obblighi di certificazione – riporta il quotidiano -; dovrà però emettere nei confronti dei mandan- ti la fattura per la propria provvigione, trattenuta direttamente dal ricavato della vendita, ancorché senza l’addebito dell’Iva se si avvale del regime forfeta- rio. È quanto chiarisce l’Agenzia delle entrate nella risposta a interpello n. 232 di ieri, 31 luglio 2020, indirizzata a un contribuente titolare di un’agenzia d’affari che espone e vende al pubblico beni ricevuti in conto vendita da privati consumatori, al prezzo concordato con costoro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here