“Lo scorso luglio, in vista del nuovo anno scolastico, ho presentato una modifica alla l.r. 7/2020 per consentire a tutti i servizi educativi, ad esempio gli spazi gioco, e non soltanto agli asili nido come invece era disposto, di potersi accreditare alla Regione Lazio. In modo tale che queste strutture, nate per andare incontro ai bisogni delle famiglie, che già avevano sofferto molto durante la pandemia, potessero usufruire di alcune agevolazioni. La modifica è stata approvata, ma a distanza di 10 mesi il portale SIRSE non è stato adeguato. È inaccettabile che per una banalità amministrativa si azzeri il valore di un’intera riforma”.
Così dichiara la Consigliera regionale del Lazio, Valentina Grippo.
“Dal primo giorno con Azione abbiamo chiaro che le leggi non si fanno tanto per fare proclami e conferenze stampa, ma per cambiare davvero la vita dei cittadini. Continueremo a batterci per farlo succedere”, conclude la Portavoce nazionale del partito di Carlo Calenda.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here