“Navettamento, il grido d’allarme dei lavoratori”, è l’apertura odierna de la Provincia di Civitavecchia. Quattordici autisti hanno scritto al presidente dell’Authority Di Majo per chiedere certezze. Post Covid. La crisi ha messo in ginocchio il settore legato al crocierismo.

Ancora un grido d’allarme degli ex lavoratori Royal Bus per il navettamento in porto – si legge nella prima pagina del quotidiano -. Una vicenda che sembra non avere mai fine. Proprio ieri, infatti, 14 lavoratori hanno protocollato una lettera rivolta al presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno centro settentrionale Francesco Maria di Majo. «Siamo 14 autisti, ex Royal Bus, ora dipendenti di Caperna bus, addetti al navettamento crocieristico. Le scriviamo – si legge nel testo protocollato – perché in questo periodo di “covid19”, non siamo riusciti ad avere notizie certe sul futuro».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here