“Lavoro agile, verso la proroga della procedura semplificata”. Così titola stamattina Il Sole 24 Ore a pagina 10. Scadenza il 31 luglio ma la sottosegretaria Puglisi assicura: norma nel Dl lavoro. Resta aperta l’opzione del prolungamento dello stato di emergenza.

Si profila una proroga in extremis anche per le imprese private, in vista della scadenza del 31 luglio per il ricorso allo smart working con la procedura semplificata, cioè senza la necessità di ricorrere ad accordi individuali – scrive Giorgio Pogliotti -. Sono due le opzioni allo studio del governo: il proseguimento dell’utilizzo del lavoro agile su decisione unilaterale dell’azienda per effetto della proroga dello stato d’emergenza oltre il 31 luglio, oppure attraverso il Dl atteso a fine mese con le misure sul lavoro (proroga della cassa integrazione per Covid, del blocco dei licenziamenti, incentivo per le imprese che rinunciano alla cig).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here