”Positivo che si stia facendo maggior chiarezza su smart working, uno strumento d’aiuto in questa fase delicata. Occorre però fare di più per i lavoratori fragili. Per loro la possibilità di lavoro agile non deve essere lasciata alla discrezione del datore di lavoro. In primis è necessario pensare a coloro che per mansione o tipologia lavorativa non possono lavorare da casa. Bisogna ripristinare il comma 2 dell’art 26 del decreto Cura Italia, inspiegabilmente non prorogato. Così si permetterebbe al lavoratore di stare in assenza giustificata parificata a ricovero ospedaliero, senza incidenza sul comporto. Vanno, infine, individuate modalità per garantire anche la piena e continua indennità di malattia”. 
 
Così in una nota Luigi Augussori, senatore della Lega e capogruppo in commissione Affari Costituzionali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here