“Celebrare alla vigilia della Giornata mondiale per la salute e la sicurezza sul lavoro, il 29esimo anniversario della Legge che ha bandito l’amianto è simbolico e importantissimo. Questo provvedimento ha segnato un passaggio epocale. Giornate come questa sono fondamentali per ricordarci di non abbassare mai la guardia, quando parliamo di sicurezza sul posto di lavoro”. 

Così l’assessore al Lavoro e nuovi diritti, Formazione, Scuola, Politiche per la ricostruzione, Personale, Claudio Di Berardino intervenendo al webinar promosso da ANMIL Nazionale sui 29 anni dalla Legge 257/92.

“Purtroppo quello dell’amianto, oggi, è ancora un tema. Infatti l’uso massiccio che ne è stato fatto a livello industriale nel corso del ‘900, lo rende tuttora un nemico, presente in edifici pubblici e privati. Nel Lazio è stato istituito il Centro Regionale Amianto, un coordinamento dell’attività di assistenza e vigilanza con a capo le Asl, che ha il compito di raccogliere le segnalazioni che provengono da cittadini e lavoratori, la sorveglianza sanitaria per i lavoratori ex esposti a tale materiale. Grazie a questo servizio, negli anni, è stato possibile rimuovere e smaltire moltissimo materiale. Siamo ben consapevoli  – prosegue l’assessore – che c’è molto da fare e la Regione non si sottrae ai suoi doveri di tutela del benessere di cittadine e cittadini. La Giunta del Lazio in quest’ottica ha approvato una proposta di Legge per la promozione della salute e della sicurezza sul lavoro e del benessere lavorativo, che sarà discussa in Consiglio. Con questo provvedimento che prevede l’attuazione di un Piano Strategico, e il Lazio è la prima regione in Italia a farlo, investiamo 2 milioni di euro per garantire alla persona, in modo sistematico e organizzato, un lavoro sicuro, rafforzando la competitività e la produttività dell’impresa, e contribuendo all’efficienza dei sistemi di protezione sociale. Non dobbiamo mai dimenticare – conclude Di Berardinol’importanza del benessere sul posto di lavoro, inteso come qualità della vita a 360 gradi, la Regione è sempre a lavoro per e con lavoratrici e lavoratori”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here