“Con una delibera votata dalla Giunta regionale, anche raccogliendo richieste delle parti sociali, abbiamo formalizzato la destinazione che nel Lazio avranno le risorse relative al Fondo Nuove Competenze gestito da Anpal. Esse saranno dedicate alla formazione professionale, per rispondere alla necessità di aggiornare le competenze dei lavoratori e rendere le aziende più competitive e in grado di rispondere alle nuove esigenze del mercato”.

Così in una nota Claudio Di Berardino, assessore al Lavoro, Scuola e Formazione della Regione Lazio.

“In particolare abbiamo definito i termini di una convenzione che come Regione sottoscriveremo con ANPAL in cui ci impegniamo a ‘Integrare con 5 milioni di euro la dotazione di risorse regionali destinata alle attività di formazione continua e di politica attiva del lavoro programmate e gestite dalla Regione Lazio, qualora ne insorgesse la necessità, con eventuali ulteriori risorse sia a valere sulla programmazione del POR FSE sia a valere su altre fonti finanziarie’. Ci impegniamo dunque ad aggiungere risorse regionali al fondo nazionale nuove competenze, al fine di sostenere imprese, specie le più piccole, e i lavoratori nell’aggiornamento e nello sviluppo delle competenze necessario a seguito della riorganizzazione del lavoro imposto dalla pandemia. La nostra integrazione servirà anche per coprire i costi dei formatori, esclusi dalle causali del Fondo Anpal. In questo modo alle aziende che faranno istanza al Fondo nuove competenze noi daremo ampio riscontro finanziando la formazione professionale in tutti i suoi aspetti. Questo perché riteniamo la formazione una misura di intervento strategico sul lavoro, che combatte sul nascere la disoccupazione e che, se costruita in sinergia col mondo delle imprese, è in grado di dare le giuste risposte. Per raccordare esigenze delle aziende e know how dei lavoratori stiamo lavorando a un ‘Patto Formativo’ e alla definizione di un nuovo catalogo regionale della formazione. Ad oggi sono già 13 le aziende a cui abbiamo approvato percorsi di formazione, per un totale di 118.064 ore e 1.376 lavoratori coinvolti”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here