“Con l’entrata in vigore della legge regionale in materia di qualità, tutela e sicurezza del lavoro nei contratti pubblici, segniamo un passo importante nel quadro normativo che negli anni abbiamo costruito in Regione Lazio per mettere al centro il lavoro di qualità, sicuro e stabile. Tra gli strumenti della legge molto importanti la clausola sociale per tutelare la continuità occupazionale e i livelli retributivi di lavoratrici e lavoratori interessati dai cambi di appalto, criteri premiali nelle valutazioni a norma di legge per le imprese che adottano modelli organizzativi improntati al benessere lavorativo e l’adozione di un codice etico dei contratti pubblici regionali. Un testo innovativo che si affianca alle leggi sulla gig economy, blue economy, contrasto al caporalato, parità salariale, equo compenso per i professionisti e la norma quadro sulla salute e sicurezza del lavoro: grandi risultati che vanno poi calati nella quotidianità di tutti i luoghi di lavoro, obiettivo possibile solo continuando in un virtuoso e costruttivo dialogo con tutte le parti sociali e datoriali che hanno permesso di elaborare e poi approvare norme all’avanguardia nella nostra Regione”.

Così in una nota Eleonora Mattia, Presidente IX Commissione lavoro Consiglio regionale del Lazio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here