“Chi ha un animale domestico e ha combattuto contro una malattia o un infortunio che lo ha costretto a lungo in ospedale, sa bene che alle numerose fragilità e preoccupazioni a cui ci si espone, si aggiunge anche quella di non poter vedere il proprio animale, che spesso è considerato a tutti gli effetti un membro della famiglia. È per questo che ho scritto una proposta di legge per disciplinare l’accesso degli animali domestici negli ospedali, perché una carezza al proprio cane o gatto rappresenta una vera e propria medicina, un calmante naturale e un sostegno psicologico potentissimo, come dimostrato da diversi studi”.
Lo scrive in un comunicato la consigliera regionale Pd, Sara Battisti.
“Un beneficio di cui si nutre il paziente, un sollievo per l’animale che non subisce un improvviso distacco. Questa proposta di legge intende colmare quel vuoto normativo che sta lasciando ad iniziative temporanee di alcune strutture la possibilità di far accedere l’animale di famiglia, promuovendo tra gli ospedali la realizzazione di aree ad hoc per la visita dell’animale domestico. Si prevede, inoltre, di bilanciare gli interessi dei pazienti che, per motivi di salute o per motivi legati ad esempio alla paura dell’animale, potrebbero non volere o potere entrare in contatto con l’animale. Qualora venisse approvata – conclude – la Regione Lazio sarebbe la prima ad adottare una legge per disciplinare in maniera comune tra le varie strutture l’accesso degli animali, nonché la prima a favorirlo riconoscendo il fondamentale ruolo degli animali di famiglia nel tessuto della nostra società”. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here