Il Consiglio regionale del Lazio, presieduto da Mauro Buschini, ha approvato a maggioranza, in conclusione della seduta odierna, il bilancio consolidato 2019 della regione Lazio, contenuto nella proposta di deliberazione consiliare n. 53 del 18 novembre 2020. Come ha detto l’assessore al bilancio Alessandra Sartore nella sua relazione, si tratta dell’ultimo provvedimento di tipo consuntivo del 2019, ed è un bilancio di tipo patrimoniale, la cui redazione è incombenza di carattere costituzionale e che ha lo scopo di sopperire alle carenze valutative degli enti e società che fanno capo all’amministrazione regionale. Contrario il voto delle opposizioni di centro destra su questo documento.

 

Il bilancio consolidato, ha detto ancora Sartore, è costituito da conto economico consolidato, stato patrimoniale consolidato e relazione sulla gestione consolidata, che comprende la nota integrativa; nel bilancio consolidato sono riportati gli enti e le aziende inseiriti nel cosiddetto “perimetro di consolidamento”: tra questi, oltre al consiglio regionale, compaiono Lazio crea, Lazio innova, Sanim, le Ater, Astral, Cotral, Disco (già Laziodisu), Lazioambiente spa. Il conto economico si presenta con un totale relativo ai componenti positivi della gestione di euro 15,780 miliardi, mentre il totale riferito ai componenti negativi è di 14,547 miliardi. Il saldo tra proventi e oneri finanziari è pari a -683,731 milioni di euro. E’ positivo il risultato di esercizio di gruppo 2019, che è pari a 567,239 milioni di euro, in miglioramento rispetto al precedente (566,450 milioni).

 

In sede di dichiarazione di voto, contrario quello annunciato dalle opposizioni: Fabrizio Ghera di Fratelli d’Italia ha ricordato come il tema delle società partecipate sia molto importante per la regione;Giuseppe Simeone ha dichiarato il voto contrario anche di Forza Italia, ripromettendosi di chiarire meglio nella discussione degli atti di bilancio dei prossimi giorni il complessivo parere negativo del suo gruppo consiliare sulla gestione economica complessiva di questi otto anni di governo regionale. Analogamente, Angelo Tripodi ha annunciato  il voto contrario del gruppo consiliare della Lega.

 

Favorevole invece il voto annunciato da Marco Vincenzi, capogruppo del Pd, che ha parlato di un lavoro di risanamento economico della regione, che continua negli anni, anche a proposito delle partecipate, oltre che dell’ente regionale cui fanno capo.  Valentina Corrado, del Movimento 5 stelle, ha detto che a suo avviso il criterio di scelta utilizzato per l’inserimento nel perimetro di consolidamento di questo bilancio è discutibile,  per quanto sia consentito dalla legge. Tuttavia potrebbe essere utile avere i dati anche per alcune delle società non rientranti in esso, anche eventualmente in un secondo tempo, per metterli a disposizione della commissione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here