La Regione Lazio ha premiato i vincitori delle ultime edizioni di due misure che sostengono l’ecosistema dell’innovazione, della creatività e della ricerca che nel Lazio conta su eccellenze e grandi potenzialità di crescita, grazie a un ecosistema eterogeneo di startup, spin-off della ricerca, maker e team, capaci di trasformare le buone idee in prodotti, opportunità di business e soluzioni per il mondo della produzione e la società.

L’evento si è svolto presso il Talent Garden Ostiense e ha visto la partecipazione, tra gli altri, del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, dell’assessore allo Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Università, Ricerca, Startup e Innovazione, Paolo Orneli, del presidente di Lazio Innova, Nicola Tasco, del direttore generale di Lazio Innova, Andrea Ciampalini, del direttore degli Spazi Attivi Open Innovation di Lazio Innova, Luigi Campitelli.

È stata l’occasione per premiare i vincitori dell’ultima call Boost Your Ideas e del bando Pre-seed, ma soprattutto per ricordare l’impegno della Regione in questo particolare ambito che vede l’amministrazione regionale costantemente impegnata a rafforzare le sinergie tra tutti gli attori che concorrono al successo dell’ecosistema degli innovatori e dei creativi nel Lazio.

“È con questo ecosistema, sempre più vitale, con le università, con le realtà istituzionali e partner finanziari e industriali che dobbiamo scrivere la storia dei prossimi anni, in sintonia con gli obiettivi del PNRR e della nuova programmazione 2021-27. Ora si tratta di fare un salto nel futuro – dichiara Zingaretti – che aggiunge “ricerca e innovazione sono tra le grandi priorità a cui destiniamo i grandi investimenti a disposizione in questa fase storica: una grande missione comune per realizzare un nuovo modello di sviluppo, nel segno della sostenibilità e della produzione di benessere diffuso. Insieme, renderemo sempre più Roma e la nostra regione un punto di riferimento nazionale ed europeo per la ricerca, l’impresa e l’innovazione, elaborando soluzioni e opportunità per migliorare la vita delle persone”.

Il Lazio si conferma sempre di più come regione dell’innovazione” ha dichiarato l’assessore regionale allo Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Università, Ricerca, Start Up e Innovazione Paolo Orneli. “Con le idee e con i progetti di Pre-Seed e Boost Your Ideas – ha continuato – non ci siamo mai fermati, anche durante la pandemia grazie al sostegno della Regione sono nate startup e sono state finanziate idee innovative, gettando le basi di una nuova idea di sviluppo basata sull’innovazione e sulla capacità progettuale di tanti giovani. Visto il successo delle prime edizioni, la Regione oggi rilancia con nuove edizioni, continuando a sostenere tanti altri progetti e soprattutto mettendo in comunicazione diretta il mondo della ricerca con quello della produzione. Un circolo virtuoso che creerà un nuovo modello di sviluppo e farà ripartire la nostra regione”.

“La sfida del nostro tempo è dare impulso a un nuovo sistema economico e produttivo che disancori lo sviluppo dal consumo delle risorse naturali, che sono finite, e che consenta a quest’ultime di riprodursi e rinnovarsi. Un nuovo modello di sviluppo sostenibile e resiliente che garantisca la sopravvivenza di persone, ecosistemi, imprese e la stabilità delle nostre filiere produttive. Ne è un esempio il mondo della finanza che ormai ha incluso anche i rischi ambientali e climatici tra i parametri per i suoi investimenti. Per vincere questa sfida abbiamo bisogno di soluzioni innovative e di un grande spirito di squadra e collaborazione tra Istituzioni, imprese, ricerca e cittadini. Ognuno di noi col proprio contributo può fare la differenza”, dichiara Roberta Lombardi, assessora alla Transizione Ecologica e Trasformazione Digitale della Regione Lazio.

I vincitori della terza call della prima edizione di “Boost Your Ideas” sono stati premiati per aver proposto le migliori soluzioni innovative per accompagnare la ripresa economica e cogliere le nuove opportunità di mercato.

Team, startup, spin off e imprese hanno i seguenti premi:

·        HEREMOSprimo classificato, vince 20mila euro e servizi specialistici. Si tratta di un sistema indossabile innovativo che permette il monitoraggio dei 6 parametri vitali fondamentali del paziente. La tecnologia blockchain ne garantisce sicurezza, condivisibilità ed integrità. Attraverso l’analisi dei dati acquisiti e di algoritmi specifici è possibile estrapolare modelli e indici predittivi, per consentire una pronta valutazione dello stato di salute del paziente.

Ciascuno dei seguenti progetti si aggiudica invece 5mila euro e servizi specialistici:

·        Pytia Research Project – un progetto di impresa innovativa che si prefigge di supportare investitori privati e istituzionali fornendo l’accesso a segnali e strumenti alternativi per il monitoraggio e la previsione di trend azionari;

·        Protein Italy – propone di utilizzare la farina d’insetto in sostituzione delle farine vegetali e di pesce. La produzione di questa alternativa ecosostenibile prevede l’allevamento di Hermetia illucens, nutrite con scarti della filiera agro-alimentare;

·        Al Volo – un’applicazione mobile che permette agli utenti di acquistare dai negozi di quartiere risparmiando tempo e denaro. L’acquisto avviene direttamente dallo smartphone, scegliendo una fascia oraria per il ritiro presso il punto vendita selezionato;

·        TACTIVITY – un dispositivo ludico abilitativo, destinato a favorire l’esercizio della percezione tattile nelle persone con disabilità visive in maniera divertente e stimolante;

·        NETABOLICS – permette di testare l’effetto di nuovi farmaci su repliche digitali di cellule umane, tramite una tecnologia proprietaria in attesa di brevetto basata su intelligenza artificiale e biosimulazioni;

·        PRIAMUS – uno strumento informatico per il controllo del pericolo di incidenti rilevanti connessi all’utilizzo di sostanze pericolose negli impianti industriali;

·        Medory – un’applicazione per la gestione dei dati sanitari personali e permettere una migliore interazione tra pazienti e medici, garantendo la massima sicurezza;

·        HQVillage – un nuovo concept di “sede aziendale diffusa”, un mix fra albergo diffuso e campus aziendale. Tramite piattaforma digitale è possibile selezionare i migliori borghi dove poter lavorare e vivere temporaneamente;

·        Sustainable Development Solutions – un software gestionale che implementa un sistema di KPIs quantitativi e qualitativi per una pianificazione strategica e sostenibile delle aziende;

·        e-CO2 – una piattaforma ESG modulare e scalabile (SaaS) che permette di internalizzare i processi ESG invece di affidarli in outsourcing ed evitare il data-entry annuale automatizzando la raccolta delle informazioni già contenute nei sistemi informativi attraverso APIs.

Durante l’evento è stato rilanciato il calendario delle due call 2022: la prima è attualmente aperta fino al 2 maggio e vede il coinvolgimento di due partner prestigiosi come Eni Ferrovie dello Stato Italiane nel sostegno allo sviluppo di progetti digitali che abbiano importanti ricadute nell’ambito della Mobilità Sostenibile delle merci e delle persone nei centri urbani.

In linea con il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e con le strategie avviate dalla Regione Lazio per rendere l’economia del Lazio sempre più competitiva, saranno selezionate soluzioni innovative nei seguenti ambiti:

·        Transizione Ecologica – per valorizzare l’economia circolare, la bioeconomia e la green economy. Gli ambiti di intervento riguardano nuove modalità di utilizzo delle energie rinnovabili, la loro integrazione con le esigenze di controllo degli impatti e della complementarità con le reti esistenti e con le produzioni tradizionali.

·        Transizione Digitale – nuovi servizi e modelli di business per connettere in maniera più efficiente ed efficace fornitori, produttori, distributori e clienti, anche attraverso soluzioni b2b che sfruttino il digitale. Gli ambiti d’intervento riguardano la ricostruzione delle filiere produttive, soluzioni per la logistica industriale e commerciale, integrazioni di tecnologie quali IoT, intelligenza artificiale, machine learning, dati satellitari e big data analytics per modelli innovativi di simulazione digitale da applicare ai processi industriali.

·        Cultura e Turismo – l’obiettivo è la valorizzazione del patrimonio naturale, la biodiversità e il patrimonio culturale, in particolare dei borghi e delle aree meno conosciute, favorendo la ripresa delle filiere legate al turismo.

Alla competizione possono partecipare:

·        Imprese (startup, micro, piccole e medie imprese e spinoff);

·        Team informali (non costituiti o in via di costituzione) composti da almeno tre persone fisiche, maggiorenni, in possesso almeno di un diploma di maturità.

La partecipazione è aperta a team e imprese italiane ed estere. L’erogazione dei premi è tuttavia subordinata alla costituzione o presenza di una unità operativa nel territorio del Lazio.

Alle migliori idee sarà riservato un percorso intensivo di mentoring, tutoraggio e pre-accelerazione negli Spazi Attivi regionali della durata di 5 settimane, per un massimo di 45 semifinalisti per ciascuna delle due call previste nel 2022. Al termine di ciascuna call, i progetti finalisti concorreranno ai Premi messi in palio da Lazio Innova, sia sotto forma di servizi che di contributi in denaro:

·        10 progetti con un IRL (Investment Readiness Level) fino a 5, riceveranno un premio in denaro di 5.000 euro;

·        2 progetti con un IRL (Investment Readiness Level) da 6 a 9, riceveranno un premio in denaro di 20.000 euro.

La premialità in servizi prevede un percorso di accompagnamento al go-to-market, per la gestione d’impresa, dei marchi e brevetti e per l’ingegnerizzazione di prodotto e di marketing.

Sono previsti ulteriori premi assegnati da Eni attraverso Joule, la scuola di Eni per l’impresa e FS Italiane:

·        riceveranno ospitalità presso gli spazi di Joule ad Ostiense fino ad un massimo di 3 progetti: con advisory tecnica su tematiche di settore e sulla misurazione degli impatti di sostenibilità e la possibilità di presentare le soluzioni innovative al business Eni, per valutare l’avvio di un eventuale percorso di sperimentazione;

·        riceveranno ospitalità presso uno degli Innovation Hub di FS Italiane fino ad un massimo di 3 progetti: con advisory tecnica sull’accelerazione di idee innovative in ambito Smart City e la possibilità di presentare le soluzioni innovative al business delle società del Gruppo FS, per valutare l’avvio di un eventuale percorso di sperimentazione.

 

La Seconda Call di “Boost Your Ideas 2022” sarà aperta dalle ore 09:00 del 15 luglio alle ore 12:00 del 15 settembre e le candidature possono essere presentate su:

https://boostyourideas.lazioinnova.it/

 

“Pre-seed” è l’altra misura regionale presentata nel corso dell’evento, a sostegno della creazione e del consolidamento di startup innovative ad alta intensità di applicazione di conoscenza, e delle iniziative di spin-off della ricerca.

L’obiettivo di questo bando della Regione Lazio è promuovere la creazione di startup innovative e sostenere le loro prime fasi di avviamento, per renderle interessanti per il mercato del capitale di rischio e consentire loro di reperire la finanza necessaria per consolidare l’idea di business. Parallelamente, rafforzare il legame tra il mondo della ricerca e le imprese attraverso la promozione di spin-off della ricerca.

Sono 119 i progetti ammessi a contributo, di cui 79 startup innovative e 40 spin-off della ricerca, per un contributo regionale di oltre 5,3 milioni di euro e un investimento totale di circa 6,5 milioni di euro.

Le aree di specializzazione spaziano in tutti gli ambiti in cui l’innovazione è strategica per il sostegno e la crescita del comparto e in linea con la “Smart Specialisation Strategy – RIS3” della Regione Lazio: Industrie creative digitali, Scienze della vita, Green Economy, Agrifood, Sicurezza, Economia del mare, Aerospazio, Automotive e Mobilità sostenibile.

Il catalogo con tutti i progetti vincitori è consultabile sul sito lazioinnova.it.

Visto il successo dell’iniziativa, il 14 aprile verrà pubblicato il nuovo bando “Pre-seed Plus”, attraverso cui la Regione Lazio concede contributi a fondo perduto fino al 100% delle spese ammissibili.

Il contributo minimo è di 10.000 euro, quello massimo 30.000 euro ma può essere incrementato a 60.000 euro nel caso in cui i maggiori apporti di capitale siano da parte di investitori terzi e indipendenti (investitori professionali, business angel, raccolta tramite equity crowdfunding) e a 100.000 euro nel caso di spin-off della ricerca.

Tutte le informazioni su lazioeuropa.it.

Le Domande devono essere presentate esclusivamente tramite il portale GeCoWEB Plus a partire dalle ore 12:00 del 19 maggio 2022.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here