L’Associazione Culturale Itinera ha comunicato il programma delle attività culturali per il mese di marzo. Di seguito il calendario degli appuntamenti.

Tutte le visite sono a prenotazione obbligatoria su info@itinera.biz

www.itinera.biz per il programma completo (visite, viaggi culturali, gite).

 

Sabato 5, ore 09:30
IL PALAZZO LATERANENSE. Straordinario itinerario attraverso le principali sale del celebre il Palazzo Apostolico fino ad arrivare all’appartamento privato del Papa, il Vescovo di Roma. Le sale, affrescate sulle pareti e nei soffitti, sono arricchite da arazzi di pregevole fattura, quadri di grandi artisti e pregiati mobili antichi. Un’occasione imperdibile.
App. in piazza S. Giovanni in Laterano, sotto l’obelisco. Ingresso + visita € 21,00.
Ai primi 10 prenotati metà della quota di partecipazione di € 10,50 è offerta da Quadrifoglio Immobiliare.                                                              prenotazione e pagamento entro il 18 febbraio.

 

Domenica 6, ore 10:30 (Dott. G. Marone)
LE MURA SERVIANE E LA PORTA VIMINALIS. Nella piazza antistante la stazione ferroviaria è visibile uno dei tratti meglio conservati delle mura della Roma repubblicana. Nei corridoi sotterranei si conservano i resti dell’Aggere, una collinetta artificiale creata per una maggiore difesa delle mura e un fossato antistante.
App. in via Marsala, angolo via Solferino. Contributo € 9,00.

 

Domenica 6, ore 16:30 (Dott.ssa L. Falconi)
ANTICHE FACCIATE DIPINTE. Passeggiata nel cuore storico di Roma alla scoperta delle antiche facciate dipinte dei palazzi romani. Tra ghirlande, trofei, amorini e fregi con scene di battaglia, andremo alla riscoperta di un’antica tradizione cittadina. Ammireremo le opere di Raffaellino da Reggio, Daniele da Volterra, Pierin del Vaga e soprattutto l’esempio, magnificamente conservato, di Palazzo Ricci.
App. in piazza de’ Ricci, angolo via di Monserrato. Contributo € 9,00.

 

Giovedi 10, ore 16:00 (Dott.sa E. Scalia)
L’OSPIZIO DEI GENOVESI. L’oratorio sorto nel cuore di Roma a partire dal 1482, per volontà di una nobildonna genovese, divenne nel cinquecento sede della famosa Confraternita. Il complesso conserva importanti testimonianze rinascimentali, come il monumento funebre di scuola di Andrea Bregno. Visiteremo la chiesa, l’oratorio, lo splendido chiostro quattrocentesco attribuito a Baccio Pontelli e l’insolita sacrestia. Un gioiello nel cuore di Trastevere.
App. in via Anicia 12. Ingresso € 5,00 + contributo € 9,00.

 

Sabato 12, ore 10:30 (Dott. B. Mazzotta)
VILLA MASSENZIA. Un’inedita vista all’interno della splendida proprietà di Unioncamere, dove un villino di impianto settecentesco è immerso tra olivi secolari e uno splendido giardino, ci porterà alla scoperta dei monumentali resti della villa edificata, sul principio del IV secolo, dall’imperatore Massenzio sulla via Appia Antica. I monumentali resti del Palazzo imperiale che si affacciano, in posizione dominante, sull’Appia.
App. via Appia Pignatelli 62 altezza vicolo S. Urbano. Contributo € 9,00 + spese segreteria € 5,00.

 

Domenica 13, ore 10:30 (Arch. M. Eichberg)

LA CHIESA DI S. ANDREA E LA “PICCOLA LONDRA”. L’elegante tempietto cupolato, gioiello architettonico del Vignola, fu voluto come ex voto dal futuro papa Giulio III all’interno della sua villa Giulia; conserva affreschi del giovane Tibaldi e interventi del Valadier. Nei pressi un poco noto angolo della città in stile “old England” di inizio Novecento, dalle facciate variopinte, delimitate da cancelletti in ferro, portoni in legno e scale in pietra.
App. in via Flaminia, angolo via L. Canina. Contributo € 9,00 + offerta 2,00.

 

Domenica 13, ore 16:20 (Dott.ssa E. Scalia)
Le Grandi Mostre: CARAVAGGIO E ARTEMISIA: LA SFIDA DI GIUDITTA. La mostra, a Palazzo Barberini, celebra i 50 anni dall’acquisizione della meravigliosa “Giuditta e Oloferne” di Caravaggio da parte dello Stato Italiano. L’esposizione è incentrata sulla figura dell’eroina biblica Giuditta, che per salvare il proprio popolo uccise il generale assiro Oloferne. Numerose le opere esposte, tra cui lo strepitoso dipinto di Artemisia Gentileschi del Museo di Capodimonte a Napoli, che propone una Giuditta portatrice di nobili virtù.
App. in via Quattro Fontane 13 (al cancello su strada). Ingresso € 8,00 + contributo € 9,00 + auricolari € 2,50.                                                                              prenotazione entro il 1 marzo

 

Giovedi 17, ore 10:30 (Dott. V. D’Angelo)
S. GIACOMO IN SETTIMIANO. Occasione unica per visitare quest’”insolita” chiesa e soprattutto i resti della sottostante primitiva chiesa paleocristiana. Situata originariamente a livello del greto del Tevere, la chiesa venne più volte alzata di livello fino all’edificio attuale, restaurato dal card. Francesco Barberini con opere di G.L.Bernini e G.F.Romanelli.
App. Salita del Buon Pastore, angolo Lungotevere Farnesina. Contributo € 9,00 + offerta € 2,00.

 

Sabato 19, ore 10:30 (Dott. G. Marone)
IL MURO TORTO E LA PORTA FLAMINIA. Il muro conosciuto fin dall’antichità come “storto” risale all’epoca repubblicana e serviva per contenere la collina del Pincio, su cui insistevano ville patrizie. È stato inglobato, poi, nelle Mura Aureliane. Sul muro sono nate varie leggende e credenze. La storia della porta Flaminia sostituita nel Cinquecento dall’attuale.
App. in piazza del Popolo, sotto la Porta. Contributo € 9,00.

 

Sabato 19, ore 16:00 (Arch. M. Eichberg)
LA MADONNA DEL RIPOSO E LE SUE ADIACENZE. La chiesetta cinquecentesca dall’elegante costruzione di pianta mistilinea ed il suo ampliamento secentesco. I recenti restauri hanno portato alla luce antiche murature e il raffinato ciclo di affreschi del presbiterio. Visteremo anche il vicino ninfeo della Villa di S. Pio V.
App. in via Aurelia, angolo via Madonna del Riposo. Contributo € 9,00 + offerta € 2,00.

 

Domenica 20 (Arch. M. Eichberg)
S. GIOVANNI IN ARGENTELLA E IL CASTELLO DI PALOMBARA SABINA. La celebre Abbazia medievale, sorta sui resti di una villa romana, conserva gli arredi liturgici d’epoca, antichi affreschi e cospicui reperti archeologici. Visiteremo anche il vicino paese di Palombara, con il Castello di origini altomedievali, trasformato nel tempo in residenza gentilizia con affreschi rinascimentali di scuola raffaellesca, recentemente rinvenuti.
App. ore 8.00 in piazzale Appio, angolo via Magna Grecia (accanto Magazzini Coin). Rientro alle ore 14 circa. Contributo € 35,00 (bus GT e visite).                                   prenotazione entro giovedi 17

 

Domenica 20, ore 16:30 (Dott. B. Mazzotta)
IL POLMONE PULSANTE. Uno straordinario salotto culturale, fondato nel 1976 dall’artista Saverio Ungheri e animato, negli anni, da importanti intellettuali. Straordinarie le opere “cinetiche” esposte in un insolito spazio presso i Mercati di Traiano, in ambienti sotterranei con murature di età imperiale e medievale, come i resti della chiesa di S. Salvatore delle Milizie. Una visita veramente “insolita” e “suggestiva”.
App. salita del Grillo 21. Ingresso + spese segreteria € 6,00 + contributo € 9,00.

 

Giovedi 24, ore 09:50 (Dott. B. Mazzotta)
PORTA ASINARIA. Occasione per raccontare la gloriosa storia di uno degli accessi alla Roma di Aureliano e completamente trasformata nel IV secolo d.C. Un affascinante percorso ci permetterà di salire sulle alte torri semicircolari e all’interno della Porta. La storia della sua costruzione, dei vari restauri e dei principali eventi storici di cui fu protagonista.
App. in piazzale Appio, angolo via Sannio. Ingresso € 4,00 (gratis con MIC card) + contributo € 9,00 + auricolari € 2,50.

 

Sabato 26, ore 16:00 (Dott.ssa E. Zappacosta)
S. GIROLAMO DELLA CARITÀ. La chiesa tardocinquecentesca legata al primo soggiorno romano di S. Filippo Neri, che vi fondò un oratorio. La facciata, opera di Carlo Rainaldi e l’interno a navata unica coperta da un ricco soffitto ligneo intagliato, la Cappella Spada, capolavoro del Borromini, e la Cappella Antamoro, unica opera romana di Filippo Juvarra.
App. in via Monserrato 62/A, davanti alla chiesa. Contributo € 9,00 + offerta € 2,00.

 

Domenica 27, ore 10:30 (Dott. G. Marone)
L’ISEO CAMPENSE. Passeggiata all’interno dei vicoli del rione Pigna per ritrovare le numerose tracce dell’antico luogo di culto, dedicato alla dea Iside e al suo consorte Serapide, divinità importate a Roma dall’Egitto all’inizio dell’Impero. Frammenti di statue e vari obelischi sparsi nella zona sono la testimonianza della sua presenza nel Campo Marzio. Frammenti della Forma Urbis ci permettono di definire esattamente la pianta del santuario e la sua collocazione.
App. in piazza del Collegio Romano, angolo via Piè di Marmo. Contributo € 9,00.

 

Domenica 27, ore 16:30
VILLA MEDICI. La villa, disegnata dal Baccio Bigio e Annibale Lippi nella metà del Cinquecento, venne poco dopo acquistata dalla famiglia de’ Medici ed oggi è sede dell’Accademia di Francia. Ricco e fastoso il prospetto interno decorato con splendidi stucchi, festoni (alcuni provenienti dall’Ara Pacis), bassorilievi e statue; lo studiolo del Cardinale; vasto e magnifico il giardino.
App. in viale Trinità dei Monti 1, ingresso dell’Accademia di Francia. Ingresso + visita € 18,00 (€ 15,00 over 65).                                                              prenotazione e pagamento entro il 9 marzo.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here