Italia Oggi apre così la sua edizione odierna: “L’orario di lavoro va certificato”. Per la Corte di giustizia Ue i datori di lavoro devono essere obbligati a istituire un sistema di misurazione della durata giornaliera della prestazione lavorativa.

A pagina 38: “Ore di lavoro sempre registrate”. I datori obbligati a installare sistemi di misurazione. Per la Corte di giustizia Ue la tutela dei lavoratori richiede metodi certi di rilevazione.

Cartellino per tutti. Come si legge nell’articolo a firma di Daniele Cirioli, i datori di lavoro, infatti, devono essere obbligati per legge a istituire un sistema di misurazione della durata dell’orario giornaliero svolto da ciascun lavoratore. Lo stabilisce la Corte di giustizia Ue nella sentenza alla causa C-55/18 emessa ieri, interpretando in questi termini la direttiva Ue n. 89/391/CE con le misure a favore di sicurezza e salute dei lavoratori. (…) Spetta ora agli stati individuare le concrete modalità di attuazione del sistema di misurazione, in particolare per quanto riguarda la forma e tenendo conto delle specificità di ogni settore di attività e delle dimensioni delle imprese.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here