“Lungotevere, lavori fermi dal 2007”. Così apre stamane il Corriere di Roma. Il caso-scandalo del parcheggio a ridosso di piazza del Popolo. Ecco le tappe di una disfatta. Il declino di Roma. Progettato 14 anni fa, recintato, mai una ruspa in azione. Da 600 posti macchina al niente. Vediamo perché.

“I lavori della vergogna. Cantiere chiuso da 12 anni”, si legge a pagina 2. A 50 metri da piazza del Popolo, sul lungotevere Arnaldo da Brescia, si doveva fare un parcheggio. Storia di un’odissea non ancora finita.

Il quotidiano riporta le tappe della vicenda in una tabella:

2005 Nasce il progetto, che prevede 600 posti auto

2007 Il cantiere viene recintato

2018 Il Campidoglio ridimensiona il progetto: i posti auto diventano 344

2010 A scavi iniziati emerge la presenza, imprevista, di un grande collettore fognario

2012 Per superare l’ostacolo il Comune approva una variante che riduce i posti auto a 182

2015 Un altro imprevisto nella rete sotterranea rende necessaria un’ulteriore modifica

2017 La Conferenza dei servizi approva l’ultima versione del progetto

2019 II Municipio ritiene che i lavori non potranno iniziare prima dell’estate poiché mancano ancora alcuni passaggi burocratici

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here