“Pur di non prendere in considerazione le nostre proposte, Azzolina partorisce l’ennesima norma spot, inserendo in legge di Bilancio un concorso per l’assunzione di docenti di sostegno specializzati, che ha tutte le caratteristiche del solito moltiplicatore di occasioni da ricorso che non porta da nessuna parte”. Lo afferma il senatore Mario Pittoni, responsabile Scuola della Lega e vicepresidente della commissione Cultura a Palazzo Madama.
“Il provvedimento – spiega Pittoni – nulla dice sulla tipologia delle prove e delle eventuali differenze rispetto al concorso ordinario, nulla su quanti e quali sono i posti disponibili e in che rapporto si porranno i vincitori di tale concorso rispetto a quelli dell’ordinario, le cui domande sono già state presentate. La nuova procedura rilancia poi l’anomalia, segnalata a suo tempo, di prevedere una graduatoria definitiva di merito che di fatto definitiva non è, poiché può essere integrata e modificata ogni due anni violando palesemente il principio della certezza del diritto. Il tutto quando da mesi è depositato un nostro disegno di legge risolutivo per buona parte delle criticità del precariato scolastico sedimentatesi negli anni”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here