“Mascherine, cade l’obbligo. La paura dei negozianti: «Le useremo fino a giugno»”. Così aprono le pagine romane de Il Messaggero.

Gli esercenti: “Omicron si diffonde veloce non possiamo permetterci altre chiusure”. Nei centri commerciali resteranno le raccomandazioni per utilizzarla.

“Di fatto – spiega Stefano Di Niola, segretario della Cna di Roma, associazione che raccoglie circa tremila tra parrucchieri, centri estetici, bar e ristoranti – fin quando non torneremo al tavolo con il Governo mercoledì, le disposizioni della nuova normativa che alleggerisce le misure anti-Covid non potranno essere intese come recepite. Noi diamo questa lettura restrittiva dell’impianto normativo anche perché se per esempio un dipendente dovesse ammalarsi di Covid in questi giorni, il datore di lavoro che lo avesse sollevato dall’uso della mascherina, potrebbe essere chiamato in causa. Tanto vale aspettare qualche altro giorno”.

Claudio Pica presidente della Fiepet Confesercenti che riunisce 12 mila tra bar eattività diristoro, ha inviato ai propri associati una circolare in cui si raccomanda prudenza. “Sebbene aspettassimo da tanto questo momento, perché andremo a recuperare un fetta di clientela No vax – dice – siamo decisi a mantenere livelli di attenzione alti. D’altronde si tratta di tenere duro per qualche altra settimana. Aspettiamo intanto la riunione del 4, ma prima di abbandonare del tutto i dispositivi di protezione credo dovrà passare ancora qualche settimana, fino a giugno quando si andrà verso l’estate e, come ci si augura, la curva dei contagi sarà in caduta. Omicron è molto più infettivo – continua Pica – e considerato che abbiamo enormi difficoltà a trovare persona le visto che 20mila lavoratori hanno cambiato nel frattempo settore e molti giovani hanno cambiato le loro abitudini di socialità per cui non accettano lavori notturni, non possiamo permetterci il lusso di squadre di lavoro decimante dal Covid. Per noi esercenti ammalarsi significa chiudere per giorni, non dimentichiamolo”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here