“La notizia dell’aggiudicazione dell’asta dell’immobile in cui da oltre 11 anni vive l’esperienza Lucha y Siesta è motivo di orgoglio, una vittoria storica per la città di Roma, ma soprattutto per tutte le donne che hanno attraversato e attraverseranno Lucha. Ora restituita alla città, alle operatrici, alle centinaia di persone che la vivono e trovano in lei un punto di riferimento imprescindibile”
“Il percorso iniziato due anni fa con l’emendamento al bilancio regionale al fianco di tante colleghe e colleghi è stato tortuoso e complesso, ricco di paure e di speranza. Oggi possiamo dire di aver vinto tutte e tutti, insieme, in una battaglia davvero corale e orientata al bene comune. La casa delle donne Lucha y Siesta sarà finalmente libera dal ricatto e potrà continuare il suo ricco e trasversale lavoro, non solo di contrasto alla violenza di genere, ma di costruzione di spazi e percorsi di autonomia, autodeterminazione e libertà donando a Roma e al quadrante un luogo ricco di cultura, di passione, di vita. Ringrazio il Presidente Nicola Zingaretti, l’ex Assessora Giovanna Pugliese, le colleghe e i colleghi che hanno firmato l’emendamento al bilancio che ha permesso tutto questo” 
Così in una nota Eleonora Mattia, Presidente IX Commissione Pari Opportunità del Consiglio Regionale del Lazio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here