“Siamo vicini ai lavoratori delle mense scolastiche romane e parliamo di circa 2000 addetti che si ritrovano in questa situazione senza alcun sostegno economico ,in attesa che l’Inps eroghi un compenso che equivale all’80 %. Tale situazione crea disperazione e disagio economico  colpendo centinaia di famiglie che vivono nell’incertezza di sostentamento e che non godono di nessuna tutela da parte delle Istituzioni e l’unica possibilità che hanno per sopravvivere è quella di trovare un lavoro a tempo determinato presso altri luoghi di lavoro”. Lo dichiarano in una nota congiunta del consigliere capitolino Davide Bordoni e della consigliera municipale Monica Picca (Municipio X) della Lega per Salvini Premier.

“La grande incertezza sulla riapertura delle scuole crea inoltre ancor più disagio  poiché  la mancata riapertura delle mense creerebbe un durissimo colpo a causa degli ipotetici licenziamenti – spiegano gli esponenti della Lega -. A fronte dei problemi evidenziati è importante aprire un tavolo di discussione su questi temi per arrivare a una conclusione che vada incontro ai bisogni/disagi di questi lavoratori. Chiederemo l’intervento dell’Osservatorio comunale sul Lavoro e della Regione Lazio. Il nostro impegno sia nel X Municipio che nel Comune di Roma è quello di portare in Consiglio un documento a sostegno di questi lavoratori il cui futuro si preannuncia molto incerto e che necessita di interventi concreti”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here