“Le mense scolastiche, a causa dell’emergenza Covid-19, sono chiuse da mesi, una drammatica situazione per le cuoche e le lavoratrici addette ai servizi di refezione che sono rimaste senza lavoro e senza aiuti. Abbiamo sollecitato più volte l’assessore alle politiche per la Scuola Mammì ad intervenire con la massima urgenza per dare risposte. Parliamo di circa 2000 addetti che si ritrovano in una situazione dove non possono contare più su alcun tipo di sostegno economico”. Lo dichiarano in una nota il consigliere capitolino Davide Bordoni e la consigliera municipale Monica Picca (Municipio X) della Lega per Salvini Premier.
“Tra pagamenti irrisori anticipati e spettanze minime per tipologie di orario altamente penalizzanti hanno esaurito ogni forma di sostentamento. Tutta l’incertezza che ancora pesa sul mondo della scuola non offre alcuna prospettiva sulla ripresa della loro attività. Serve un tavolo tecnico permanente di discussione sull’occupazione. Alcune di queste lavoratrici sono ancora in attesa di percepire il fondo di integrazione, una condizione ai limiti dell’emergenza. Il Comune farà bene a non sottovalutare questo problema di grande impatto sociale”, concludono Bordoni e Picca..

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here