Quattro milioni di euro per la riqualificazione dei mercati. La Regione Lazio interviene con un bando per dare sostegno e un volto nuovo alle attività commerciali su aree pubbliche, migliorandone la funzionalità e l’aspetto, promuovendo il risparmio energetico e la riduzione dell’impatto ambientale, e contribuendo a trasformarli anche in luoghi di ritrovo e di incontro a disposizione delle comunità locali e di quartiere.

“Questo – ha spiegato il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti – è un bando al quale teniamo in modo particolare. Le attività economiche nei mercati sono infatti portate avanti molto spesso da nuclei famigliari che lavorano incessantemente dalla mattina presto, a volte anche nei giorni festivi. Questi 4 milioni di euro, dunque, saranno utili a riqualificare e riorganizzare le strutture dove lavorano, migliorandone inoltre anche servizi e offerta a diretto beneficio di tutti i cittadini”.

“Investire sui mercati – ha detto l’assessore allo Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Ricerca, Start-up e Innovazione, Paolo Orneli – significa investire su un presidio fondamentale della vita delle nostre comunità. È importante farlo adesso per progettare la ripartenza dopo il Covid e rigenerare l’economia e la qualità della vita dei nostri quartieri.” “Questo avviso – ha aggiunto – è una parte di una strategia più ampia che stiamo mettendo in campo per la ripartenza di commercio, artigianato e ristorazione. Stiamo infatti lavorando con le associazioni di categoria a un pacchetto di misure che, oltre a questo avviso prevede la partenza, entro maggio, di interventi su reti d’impresa, filiera km0 e a favore della digitalizzazione.”

Le risorse dell’avviso, che verrà pubblicato martedì prossimo e aprirà il giorno dopo, mercoledì 7 aprile, potranno essere utilizzate per l’adeguamento e la riqualificazione dei banchi e/o dei box alla normativa igienico-sanitaria e in materia di sicurezza (compresi macchine, attrezzature, impianti e, in genere, tutti gli elementi funzionali per l’attività di commercio), per la creazione e organizzazione di aree comuni da mettere a disposizione degli utenti, per interventi di adeguamento al progresso dell’innovazione tecnologica, per piccoli interventi di messa a norma delle strutture e di riqualificazione dei mercati e per piccole azioni di promozione delle strutture dei mercati nel territorio.

A presentare i progetti dovranno essere i Comuni o i Municipi di Roma sulle cui aree pubbliche si trovano le strutture mercatali, su proposta o di concerto con le Associazioni di Gestione dei Servizi mercatali (Ags, che riuniscono gli operatori dei mercati), laddove presenti, o delle Associazioni rappresentative; il ruolo delle Associazioni è fondamentale per garantire il migliore utilizzo possibile delle risorse per riqualificare e rivitalizzare aree importanti per il settore commerciale regionale e le aree urbane nelle quali si trovano i mercati, portando miglioramenti alla vita e all’attività quotidiana di operatori dei mercati e utenti.

Il contributo massimo concedibile per ogni singolo intervento è di 200.000 euro e potrà arrivare fino al 100% dell’investimento ammissibile.

Comuni e Municipi sotto i 50.000 abitanti potranno presentare fino a un massimo di due richieste di contributo; quelli con una popolazione superiore a 50.000 abitanti, invece ne potranno presentare quattro, indicando sempre l’ordine di priorità delle domande. I progetti successivi a quello prioritario, però, saranno finanziati solo in caso di economie disponibili nel bando.

Le domande potranno essere presentate dagli enti locali a partire dalle 12.00 del giorno successivo alla pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio, quindi dalle ore 12.00 di mercoledì 7 aprile, fino alle 24.00 del 14 ottobre 2021.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here