“Ormai a Roma si vive nel dilemma se tenere chiuse le stazioni per l’incresciosa vicenda delle scale mobili o se renderle inagibili per la mancanza di pulizie. Una vergogna vedere le stazioni ridotte a discarica”. Lo dichiara in una nota il consigliere capitolino Davide Bordoni.

“Da giorni cestini pieni e rifiuti ovunque a causa di una riduzione del servizio di pulizia, per inadempienze nel pagamento degli stipendi agli addetti alla raccolta in appalto Atac. E la situazione sembra peggiorare verso un vero e proprio sciopero con i sindacati in mobilitazione. Il 30 dicembre chiuderà Cornelia per manutenzione, così insieme a Baldo degli Ubaldi, quasi tutto il Municipio XIII verrà lasciato senza servizio proprio durante le festività di Natale. Come è possibile che gli interventi non siano mai correttamente pianificati? La Metropolitana di Roma chiude per qualunque motivo, basta anche solo un giorno di maltempo che la pioggia causa subito allagamenti. È una vergogna che non meritiamo di vedere. La Raggi continua la sua lotta con provvedimenti spot per colpire singoli zozzoni e “turismo dei rifiuti” mentre i turisti, quelli veri, devono affrontare una Metro ridotta in condizioni vergognose”, conclude il consigliere di Roma Capitale Davide Bordoni, segretario d’Aula in Assemblea Capitolina