“Supportare le esigenze e le necessità primarie dei migranti è un dovere imprescindibile per una città multietnica e globale come Roma”. Lo dichiara, in una nota stampa, la presidente della Commissione per le Pari Opportunità di Roma Capitale Gemma Guerrini.

“A tal proposito – prosegue – la Commissione capitolina per le Pari Opportunità, in collaborazione con la Garante delle persone private della libertà per il Comune di Roma, dott.ssa Gabriella Stramaccioni, l’Osservatorio Interreligioso contro le violenze sulle donne, l’AICEM e il Direttore Scientifico dell’Istituto Dermatologico San Gallicano, prof. Aldo Morrone, ha elaborato un opuscolo contenente le informazioni utili a garantire un’accoglienza sempre più umana e agevole ai migranti.

L’opuscolo, intitolato ‘Roma per i migranti’, parte da una premessa ben precisa: questa Amministrazione non vuole che i nuovi arrivati possano sentirsi rifiutati, estranei o stranieri nella nostra città e, per questo, mette a disposizione di tutti un prezioso strumento di orientamento sui servizi offerti da Roma Capitale e sulle loro modalità di utilizzo.
Nelle pagine dell’opuscolo sono presenti informazioni di pubblica utilità che spaziano dai documenti necessari per il soggiorno in Italia fino ai contatti più utili per chi arriva a Roma, quali gli uffici anagrafici dei Municipi, i Punti Roma Facile, i Centri per l’istruzione e la formazione degli adulti, i Centri di Orientamento al Lavoro, i luoghi di culto e gli elenchi degli uffici postali.

Di particolare rilevanza la sezione dedicata ai temi della salute femminile e della violenza sulle donne, che riporta tra l’altro un elenco di tutti i centri antiviolenza e dei consultori presenti sul territorio capitolino.

L’opuscolo rappresenta un primo tentativo di incrementare ulteriormente il sostegno offerto a un target di persone estremamente fragili e bisognose, chiamate ad affrontare la più dura e complicata della sfida, vale a dire l’integrazione, e per questo è stato molto apprezzato dai presenti, in particolar modo dal professor Morrone che ne ha auspicato una versione dedicata ai cittadini madrelingua italiana in condizione di fragilità.

L’opuscolo per i migranti verrà distribuito capillarmente in formato pdf ai municipî e alle associazioni perché possano stamparlo e distribuirlo secondo le necessità del caso.
Un prezioso supporto che la Commissione capitolina per le Pari Opportunità offre affinchè chi si sente più solo possa sentirsi maggiormente tutelato, conclude Guerrini.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here