La gara in project financing da 2,7 miliardi per l’autostrada Roma-Latina torna ai blocchi di partenza. Lo scrive stamane Il Sole 24 Ore. Il colpo di scena è arrivato ieri – si legge sul quotidiano economico -: il Consiglio di Stato, con la sentenza n.5374 (Sezione V) ha accolto l’appello presentato dalla cordata di imprese guidata da Salini Impregilo (con le imprese Astaldi, Pizzarotti e Ghella), ribaltando la sentenza del Tar Lazio, e annullando in questo modo l’aggiudicazione definitiva da parte di Astral al Consorzio Sis. Aggiudicazione che invece i giudici avevano confermato nel primo grado di giudizio (a marzo 2017).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here